In verticale

Certe mattine d’estate è molto difficile alzarsi dal letto. Per esempio stamattina avevo messo la mia brava sveglia alle otto, ma poi c’era la forza di gravità che mi impediva di scendere dal letto. E io, sì, mi dicevo: – Dai, scendi che ci sono un sacco di cose belle da fare! –, ma per quanto mi sforzassi, il massimo che ottenevo era di cambiare posizione; è stata dura riconquistare la verticalità.

Annunci

7 commenti on “In verticale”

  1. altarf ha detto:

    Cara Flalia,penso che questa difficoltà  sia dovuta almeno in parte alla temperatura deliziosamente fresca di questi giorni. Anch'io , allo squillare della sveglia mi sono alzata, ho aperto le finestre per arieggiare e rinfrescare , poi mi sono ricaccciata sotto le lenzuola e ho dormito un'altra oretta . Potendolo fare , perché no ? Ma ora prendiamo la bici e facciamoci un giro, il sole brilla !"Complicitamente",Ornella

    Mi piace

  2. flalia ha detto:

    Ah ah, un sano giro in bici è proprio ciò che ho fatto dopo aver scritto il post! 🙂 E tra poco esco per andare a una serata "jamboree": rock'n roll in stile anni '50 e '60 con raduno di bikers e auto dell'epoca, birra, cibo e musica live. Una roba che sembra di essere negli USA mentre invece si è a San Lazzaro di Savena

    Mi piace

  3. latendarossa ha detto:

    E' il contrasto mente/corpo, res extensa e res cogitans di cartesiana memoria, no? 🙂

    Mi piace

  4. melchisedec ha detto:

    Io, invece, un grillo al mattino. Non ho impegni di lavoro(per ora) e non riesco a stare a letto. Bentornata nella tua turrita e smoggggata città.

    Mi piace

  5. flalia ha detto:

    Marcello: ma certo, aveva ragione il buon Cartesio! In questi casi, la povera res cogitans rischia di soccombere! 😉Melchisedec: be', in realtà anch'io son mattiniera, diciamo che ogni tanto ho una leggera defaillance! ;-))

    Mi piace

  6. Masso57 ha detto:

    La forza di gravità, o la gravità del ritrovarsi senza forza? (dalle mie parti si chiama "polleggiare" nel letto: cosa che definirei sublime).

    Mi piace

  7. flalia ha detto:

    Masso: ah ah, anche qui a Bologna si usa quell'espressione! Aah, l'arte del polleggio, arte sublime…

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...