Di gente orribile che si aggira nel mondo

Spesso vedo un mio amico per pranzo; di solito andiamo in qualche pizzeria e, data l’ora, vi troviamo persone in pausa pranzo, solitamente uomini (dove faranno la pausa pranzo le donne lavoratrici dei dintorni? Boh!). Ebbene, questi uomini parlano, a voce alta o comunque chiaramente udibile da me, che sono al tavolo col mio amico, ok, solitamente impegnata in conversazioni interessanti, certo, ma ho la sfortuna di possedere un udito molto fine. Bene, non sapete quante volte questi spregevoli esemplari del genere maschile si mettono a raccontarsi l’un l’altro – tra una sorsata di vino o coca cola e un’azzannata a quel che hanno nel piatto – avventure sessuali, in genere clandestine, con donne (be’, io adesso dico “donne”, loro usano la ben nota e volgare sineddoche), a volte anche prostitute (e qui parte il paragone tra quale sia la nazionalità da preferire per questo tipo di incontri), quando non si mettono a vantarsi sghignazzando di viaggi (veri o finti, chissà) in Thailandia. E non sto parlando di vecchi bavosi senza speranza ma di gente dai quaranta in su (a volte anche meno).
Che poi, almeno una volta di certe cose si parlava a bassa voce e lontano da orecchi indiscreti; sarà stato un atteggiamento ipocrita, ma significava che, se non altro, ci si vergognava di quei comportamenti; ora invece ci se ne vanta. Io ogni tanto non resisto e lancio la mia temibile e cupa occhiataccia, ma senza ottenere effetti di sorta.

Quello che mi colpisce è che alla base di questi discorsi c’è il sentirsi potenti perché si hanno soldi da spendere. Quanto vorrei alzarmi e spiegargli che c’è poco da vantarsi di avere delle donne, che siano libere o povere prostitute, che vengono con te solo perché hai il tuo accenno di pancia d’ordinanza, un dopobarba che si sente anche a tre metri di distanza e l’aspetto sicuro di te da portafogli bello pieno in tasca (infatti secondo me è meglio non essere ricchi). La mia unica consolazione è che, un giorno magari lontano, la disillusione arriverà – arriva per tutti – e sarà amara.

Senza contare che molti di costoro sono anche fidanzati o sposati, e questo, be’, un po’ mi terrorizza; perché, a meno che tutte queste mogli o fidanzate non siano stranamente cieche o rimbecillite – e ne dubito – significa che questi sporcaccioni sanno mimetizzarsi bene nella popolazione civile. Quindi, ragazze, stiamo attente, che non è che in giro ci sia gente tanto raccomandabile, eh?

Annunci

6 commenti on “Di gente orribile che si aggira nel mondo”

  1. melchisedec ha detto:

    @Flalia, conducono, come molti, una doppia vita. Ce ne sonoooooooooo! Una lista infinita.
    D’altro canto qual è il modello?
    Il godimento sfrenato a discapito del Desiderio.
    Il Desiderio esiste a patto di incontrarsi con l’Altro, di stabilire una relazione umana.
    Più sbrigativo il piacere immediato.
    Il modello lo abbiamo proprio sotto gli occhi… a livello politico.

    Mi piace

  2. autobiogrquanto ha detto:

    E’ capitato anche a me di sentire discorsi simili al bar. Che tristezza! Uomini adulti con l’età mentale di  un bambino.
    Ricordo quando ero ragazzino (le persone anziane hanno sempre qualcosa da ricordare), la sera, al bar con gli amici, poco più che quindicenni, l’argomento era obbligato: esibire le proprie conquiste femminili, vere o false che fossero. Quante bugie.
    Ora quando sento certi discorsi da quarantenni, magari in carriera o stimati professionisti, provo un senso di disgusto. D’altro canto sarebbe impossibile giustificare come ci siano tante persone che votano un individuo che si compiace dei propri successi sessuali (a pagamento), se non fosse che queste persone s’identificano, non tanto nelle "conquiste" femminili, ma nella stupida esibizione di quelle "conquiste".
    Ciao.

    Mi piace

  3. flalia ha detto:

    Hai ragione Mel, ma non riesco ad abituarmi, mi sembrano dei poveri palloni gonfiati… fa un po’ impressione in effetti accendere la tv e sentire i vari scandali e poi andare a pranzo e ascoltare i tuoi vicini di tavolo che sembrano usciti dalla tv!

    Angelo: infatti, l’età mentale è rimasta la stessa, mi sa…

    Mi piace

  4. ziacris ha detto:

    se tu sapessi nelle cene dei bikers quante put**** di questo gneere vengono fuori, poi io alla fine mi inc**** pure e li guardo con aria, ma per fortuna non sono tutti così

    Mi piace

  5. cappelliavolute ha detto:

    La cosa triste è che, all’università, mi è capitato di sentire ragazze fare discorsi analoghi. Vantarsi di avere relazioni con uomini sposati, o molto più vecchi di loro, e non certo per amore (con quanto candore lo affermavano, senza farsi il minimo riguardo a confrontare uomini come fossero pezzi di carne dal macellaio e senza curarsi di essere in un luogo pubblico in cui la disposizione dei posti a sedere fa sì che tutte le persone nel raggio di 4 metri sentano ogni cosa che uno dice!). Mi ha un po’ turbato tutto ciò, perchè io sarò anche vagamente puritana, ma trovo che certi discorsi – già scabrosi di per sè- in bocca a delle ragazze risulino ancora più volgari. Forse perchè, essendo ragazza io stessa, tante volte do per scontato che tutte noi ragazze tendiamo ad avere una visione romantica delle cose,  e invece vengo clamorosamente smentita dai fatti!

    Mi piace

  6. flalia ha detto:

    ZiaCris: sì, lo so, ma sono comunque… troppi!!

    CaV: è vero, è una mentalità che si diffonde anche tra le ragazze e anche a me dà fastidio, ma forse nei discorsi delle ragazze c’è la volgarità e il materialismo ma non quel senso del potere legato ai soldi (magari più legato alla bellezza, alla giovinezza, vivacità o altre doti). A volte, pensando a tutti questi scandali sessuali che stiamo vedendo in politica, mi chiedo: se al posto degli uomini, in quelle posizioni di potere e ricchezza ci fossero le donne… loro sarebbero meno corruttibili? Sarebbero meno propense a infilarsi in situazioni squallide? Istintivamente mi dico di sì… ma poi in realtà non lo so. Non ho idea di quanto il potere e il denaro possano corrompere l’anima, e spero di non saperlo mai.

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...