Trasgressione estetica

Era da almeno un paio d’anni che desideravo ardentemente che mi si rompessero gli occhiali, pur non facendo nulla affinché questo avvenisse. Non so in quale stato mentale mi trovassi quel giorno del 2004 nel quale avevo acquistato questo disgustoso paio di occhiali dalla montatura in simil-plastica pseudo trasparente (ingiallitasi nel giro di pochissimo), pesanti e dalle lenti troppo grandi per me che ho i lineamenti sottili. Boh, era estate, sarà stato un colpo di sole. Fatto sta che, per ragioni sia etiche che di risparmio, io non cambio mai un oggetto a meno che non sia ormai irrimediabilmente rotto e inutilizzabile; non a caso ho un cellulare che ha visto i natali il secolo scorso e anche se mi piacerebbe per esempio averne uno di quelli che scattano le foto… be’, mi sa che dovrò aspettare ancora per molto dato che questo vecchio “nonno” il suo lavoro lo svolge tuttora egregiamente. Ebbene, dicevo, dopo che per anni ho atteso inutilmente la rottura dei suddetti occhiali, lorsignori hanno deciso di piantarmi in asso esattamente quando mi auguravo invece che resistessero ancora, viste le spese da sostenere in questo periodo per la casa e considerando che al momento non ho un lavoro; domenica scorsa, quando li ho presi in mano per indossarli, mi si sono spezzati in due. Attimo di sgomento… ansia e sollievo represso… presto evolutisi in serena accettazione: «Eh eh, mi tocca comprare degli occhiali nuovi!».

Il problema è che, per quanto mi sia precipitata a scegliere i nuovi occhiali, tra l’ordinarli e l’entrarne in possesso sono trascorsi ben cinque giorni. Cinque giorni durante i quali ho girato in lungo e in largo per la città, incontrandomi con svariate persone, incrociando sguardi, chiedendo e dando informazioni, partecipando a riunioni, il tutto con il mio “bel” paio d’occhiali tenuti insieme da abbondante e assolutamente non camuffabile scotch! E siccome si erano spezzati nella “lunetta” (quel ponticello che sta sopra il naso) e neanche proprio a metà, ma in un modo per cui avevo da un lato quasi tutta la lunetta e dall’altro solo un mini-moncherino, questo scotch risultava essere non solo proprio in posizione centrale tra i miei occhi ma anche tutto avvolto in un modo storto e ingombrante, arrivando fino a metà di una lente. Notare inoltre che, da persona previdente quale sono, ho avuto l’accortezza di girare tutto il tempo con in borsa scotch e forbici, onde poter rinforzare o riattaccare i due spezzoni in qualunque luogo mi trovassi.

Niente e nessuno può fermare una miope nel suo bisogno di vivere le sue giornate come si deve.

Per fortuna non sono una di quelle persone che non escono di casa se non sono perfette, né mi importa molto di “quel che pensano gli altri”, ma vi assicuro che un minimo di disagio lo si prova a girare tutto il giorno conciati in quel modo! Soprattutto quando ti trovi per esempio a contatto con una dirigente di una prestigiosa Fondazione, sempre vestita e truccata in modo impeccabile e raffinato, che avrà almeno una decina di paia di occhiali di riserva e che ti fissa in modo sconvolto. In effetti non ho visto nessuno girare così, se non in qualche film o fumetto. La cosa più divertente è stata che i primi due giorni ero ossessionata da questo scotch, quindi cercavo di non guardare la gente troppo negli occhi, e se vedevo che qualcuno guardava i miei occhiali spiegavo sorridendo che stavo aspettando i nuovi; poi invece mi sono abituata a portare lo scotch e non ci facevo più caso, così mi comportavo come al solito, guardando le persone dritto in faccia, e se anche notavo un loro sguardo strano, mica mi veniva in mente che era per lo scotch! Me ne ricordavo solo dopo.

Stasera finalmente la tortura è finita e ho potuto ritirare i miei occhiali nuovi; costati, è il caso di dirlo, un occhio della testa, ma davvero belli: senza montatura, con lenti sottilissime tenute insieme da un filino argentato e due stanghette che non si vedono neanche: in pratica sembra di non avere gli occhiali, sono anche leggerissimi! Però… vi dirò… manca qualcosa… ah, sì, mi manca quel pizzicorino dello scotch sulla radice del naso! 

Annunci

10 commenti on “Trasgressione estetica”

  1. kittymol77 ha detto:

    Flalia, ma non ti si può lasciare un momento! solo a immaginarti che giri con gli occhiali rattoppati viene da ridere. Fossi in te li conserverei, giusto per non dimenticarti l’eroismo di questi 5 giorni a badare alla sostanza delle cose. Non è che ora, con questi nuovi occhiali superleggeri e invisibili, ti lancerai in un nuovo stile "fighetta"? Ora ti toccherà truccarti per esaltare la bellezza degli occhi, così tutti li noteranno come mai prima e qualcuno si innamorerà pazzamente di te…lo sento…un abbraccione

    Mi piace

  2. melchisedec ha detto:

    Sei tornata, Flalia, e questo è già un bel passo, dopo la pausa.
    Ne ho rotti almeno 5! E sempre allo stesso modo: mi ci sono coricato e le ho schiacciate.
    Certo che sei testarda, fono alla fine hai resistito.
    Dal tono del post deduco che ti piacciono molto le nuove lenti.

    Mi piace

  3. ferrucci ha detto:

    Che meraviglia i nuovi occhiali: esalteranno la tua bellezza (già superlativa): domenica prossima verrò a vederti, preparati!

    Mi piace

  4. MrsApple ha detto:

    Sarai sicuramente stata benissimo anche con lo scotch… soprattutto quando ti ci eri abituata, perchè quel che conta è la disinvoltura con cui si portano le cose!!! Mi è piaciuto molto questo racconto sulla tua quotdianità piacevolmente condito di ironia e autoironia, due doti che apprezzo moltissimo nelle persone 😉

    Mi piace

  5. flalia ha detto:

    Kittymol: eh eh, non diventerò fighetta ma mi auguro che l’effetto collaterale dei nuovi occhiali sia quello che dici tu! 😉 I vecchi li ho già riposti (ovviamente con il loro scotch) nella loro custodia e nel mio cassetto dei ricordi 😉

    Melchisedec: sì, sono tornata bella carica, dopo una pausa necessaria 🙂 Ma Mel… devi fare attenzione! 😛 Anch’io vado a letto con gli occhiali: toglierli e appoggiarli sul comodino è l’ultimo gesto della giornata prima di spegnere la luce! 🙂

    Paolo: eh eh, ti vedrò con occhi/ali nuovi 😉

    MrsApple: grazie, sono due doti che apprezzo molto anch’io, dato che aiutano a vivere bene! 🙂

    Mi piace

  6. Masso57 ha detto:

    Allora tu capisci perchè giro costantemente col superattak nel borsello…..Comunque, mi piace la descrizione degli occhiali che hai preso, almeno tu non sei una di quelle che fanno le fighettine con quelle montature da alpino della Ia guerra mondiale che si vedono in giro e fanno "à la page"…….

    Mi piace

  7. latendarossa ha detto:

    Ah ah. Ma come Flalia, c’è un modello che vendono già così, con lo scotch a tenere unita la lunetta, un po’ usurati, tipo i jeans-fintostracciati. Io portavo gli occhiali da piccolo, fino agli 11-12 anni, una leggerissima forma di astigmatismo che corressi, ora però sogno una bella montatura nera alla Woody Allen, anche se per il momento non occorrono (o almeno spero!).

    Mi piace

  8. flalia ha detto:

    Masso: eh eh, piacere, collega di occhiali arrabattati! 😉 Ih ih, le "montature da alpino"… hai ragione 😉

    Marcello: la montatura nera stile Woody Allen è stata la mia prima montatura… ma mi sa che è meglio lasciarla a Woody, è un po’ troppo "pesante"… 😉

    Mi piace

  9. lauraetlory ha detto:

    Io ho quattro paia di occhiali, tutti con montature diverse. Ad un certo punto della mia vita, non ne ho potuto più del low-profile ed ho adottato colori e fogge stravaganti. Da quel che leggo, secondo me, mi diventerai una modaiola anche tu, datti tempo
    Laura

    Mi piace

  10. flalia ha detto:

    Laura: dici? Chissà! 😉 Non ho nulla contro le mode… ma solo quando ciò che va di moda piace anche a me… altrimenti, resto fuori moda 🙂

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...