Barbare usanze

Non vedo l’ora che qualcuno vinca gli oltre cento milioni del Superenalotto, così finalmente riuscirò ad andare dal tabaccaio ad acquistare una ricarica telefonica; da giorni l’accesso al bancone mi è impedito da un perenne assembramento di aspiranti milionari dal portafoglio però miseramente vuoto, ormai.
Per una volta son d’accordo con Odifreddi: l’unico modo per vincere al Superenalotto è non giocare.
Se diventassi presidente del consiglio, sopprimerei questa barbara usanza (se non fossi troppo impegnata in altre barbare usanze a base di allegri ragazzuoli, s’intende).

Annunci

9 commenti on “Barbare usanze”

  1. utente anonimo ha detto:

    troppo impegnata in altre barbare usanze a base di allegri ragazzuoli

    squisita porcella! ;-P

    Fra’ Cipolla

    Mi piace

  2. latendarossa ha detto:

    …hai capito la golosonaaa 🙂
    Sei riuscita poi ad acquistare la ricarica?

    Mi piace

  3. autobiogrquanto ha detto:

    Tranquilla, questa sera qualcuno vincerà (magari proprio Odifreddi).
    Quanto al nostro bananiere presidente… ho capito che sta facendo scuola.
    Un saluto, birichina.

    Mi piace

  4. flalia ha detto:

    Fra’ Cipolla: eh be’, prendo esempio 😉

    Marcello: proverò domani 🙂

    Autobiogrquanto: tanto non diventerò mai presidente del consiglio, dovrò limitarmi :-))

    Mi piace

  5. melchisedec ha detto:

    http://sulle[..] Tra le mie letture di studio estivo c’è in questo squarcio di luglio Mattia Pascal. Le reminiscenze si fermano all’adolescenza, gli approfondimenti alle pagine dei manuali di letteratura, di cui, a dire il vero, mi sono stancato. Int [..]

    Mi piace

  6. melchisedec ha detto:

    Ti cito nel mio post.
    “Povera” Flalia, che ti tocca.
    Ah ah ah!
    🙂

    Mi piace

  7. flalia ha detto:

    Grazie, Mel: tu sì che mi capisci!!! 🙂

    Mi piace

  8. lauraetlory ha detto:

    Mi perdoni sorella, perché ho peccato. Ebbene sì! Ho ceduto alla smania, al peccato capitale, all’inutile speranza di vincere quei 100 e passa milioni di euro. E sto giocando i miei due euro, sparando numeri a casaccio, senza alcuna cabala. Il problema è che a me (come a chissà quanti milioni di italiani) quei soldi (non tutti, ma una buona fetta) servono. Stanno per mettere in vendita la casa dove abito insieme a mia madre. Io lavoro da precaria da anni, guadagno 1200 euro al mese per soli 9 mesi l’anni. Mia madre è pensionata. In questo quartiere periferico di Roma gli appartamenti come quello in cui abitiamo dal 1991 li spacciano per non meno di 700 mila euro (un miliardo e quattrocento milioni del vecchio conio). E a me un mutuo non me lo danno perché non ho un posto fisso e perché ho anche un’età che non mi consente mutui a lunghissima scadenza. E poi, poi voglio sognare: con tutti quei soldi potrei risolvere i problemi di tutte le persone che conosco, dei miei parenti, dei miei amici, degli amici degli amici. Potrei perfino regalare una fonte d’acqua e un villaggio nuovo alla bimba che ho in adozione a distanza. Io nel sognare non scorgo colpe, Ilaria. E anche se sui sogni si specula (e questa è sì una barbara usanza), quell’attesa dell’impossibile basta alle volte a visualizzare una luce in fondo al tunnel. Un abbraccio forte.
    Laura

    Mi piace

  9. flalia ha detto:

    Cara Laura, il mio era un post scherzoso! 🙂 E’ vero, personalmente non approvo il gioco del Superenalotto, le lotterie e cose del genere, ma se uno vuol giocare ( o vuol sognare) non sarò certo io a disprezzarlo, anzi gli/le auguro buona fortuna 🙂 Anche se purtroppo non è realistico pensare di vincere, mentre molti si impoveriscono per giocare… Spero tanto che riesca a risolvere il problema della tua casa, ma ti dirò che preferirei che risolvessi tutti i tuoi problemi economici grazie al successo dei vostri romanzi anziché per il tocco della sorte. Non si sa mai, e sinceramente te/ve lo auguro di cuore! Un abbraccione 🙂

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...