Nascita di una passione

Cari amici, scusate l’assenza ma la settimana scorsa per me son cominciate le desiderate vacanze e mi sono data alla pazza gioia, che non contempla l’utilizzo di computer, anzi prevede di tenersene alla larga. Ora, ristabilito un minimo di equilibrio, avrei così tante cose da raccontare che dovrei scrivere dieci post e invece devo partire per il mare, allora racconterò intanto una piccola scoperta fatta ieri.
Dovete sapere che l’estate scorsa, leggendo un bellissimo romanzo di Walter Tevis intitolato La regina degli scacchi, ho cominciato a desiderare di imparare a giocare a questo gioco. A Natale ho ricevuto in regalo una scacchiera e un libro sugli scacchi e ora, finalmente, ho iniziato ad applicarmi (noterete i tempi biblici intercorsi tra la nascita del desiderio e l’inizio della sua attuazione…). Giovedì scorso, grazie a un caro amico che mi farà da maestro, ho giocato la mia prima partita, persa miseramente, com’era ovvio. Ieri, poi, la scoperta: qui a Bologna esiste un negozio (dal nome “Le due torri”, notate l’originalità) interamente dedicato agli scacchi. Scoprirne l’esistenza e recarmici è stato un tutt’uno. Varcatane la soglia, mi è sembrato di entrare in un luogo per pochi eletti; ho curiosato con timore reverenziale tra scaffali pieni di libri e tavoli su cui erano posate numerose scacchiere, alcune bellissime. Sapete che esistono delle scacchiere elettroniche, dotate di programmi raffinatissimi per sfidare il computer? E poi ci sono scacchiere per non vedenti. Il reparto libreria fa spavento: a ogni minima mossa e strategia di gioco sono dedicati saggi su saggi! Per non parlare dei corsi in dvd o per pc.

Imparare a giocare (seriamente) a scacchi è un’impresa terribile. Questa per ora è l’unica cosa che ho realmente capito. Come ho capito che per me – mente poco analitica – non è il gioco più indicato, cosa che mi rende ancor più motivata a impegnarmici (del resto, sarà ora che mi alleni a ragionare).

Mentre ero circondata da quei sacri testi, ho avuto un barlume di buon senso nel quale mi sono chiesta: ma con tutto quello che ho da studiare e da fare, e considerando che nel tempo libero il mio hobby è ancora la lettura, chi me la fa fare di caricarmi volontariamente di un’altra mole di libri (più scacchiera) su cui scervellarmi? Be’, non lo so, ma mi piace. Se diventerò non dico brava ma decente potrò trovare tanti scacchisti con cui giocare.
Nel frattempo, parto per il mare con: i libri da studiare per gli ultimi due esami universitari; i libri da studiare per la tesi; i libri da studiare per gli scacchi; i libri da leggere per piacere. Credo che più che passare l’estate al mare, passerò l’estate nella biblioteca di Riccione!

E poi si profila un altro problema: sempre la casa editrice Minimum fax ha appena ripubblicato un altro famoso libro di Walter Tevis: Lo spaccone, ambientato stavolta nel mondo del biliardo. Naturalmente l’ho subito acquistato e ho appena iniziato a leggerlo, con un certo timore: e se mi venisse il desiderio di diventare anche una giocatrice di biliardo?

C’è qualcuno, tra voi amici, che sia per caso appassionato di scacchi?

 

P.S.: non ho ancora ringraziato qui sul mio blog Melchisedec che mi ha conferito questo premio:e33e8e7ca500a6f45aad74264a104755

Io i blog che mi piacciono li ho già segnalati altre volte e non mi ripeto, ma sono molto felice di essere stata premiata da Mel!

Inoltre, come ho annunciato, parto per Riccione; anche da lì potrò usare internet ma, come potete immaginare, molto meno che come da qui, quindi sarò meno assidua sul mio e sui vostri blog. Buone vacanze a tutti!

Annunci

15 commenti on “Nascita di una passione”

  1. melchisedec ha detto:

    Grazie a te, Flalia!

    Ho tentato di imparare, ma alla prima lezione ho mollato. Temperamento, mio, non compatibile, ne sono sicuro.
    Serene vacanze! 🙂

    Mi piace

  2. flaviablog ha detto:

    Brava. Tolti il cavallo e la regina muovere il resto mi annoia :-))) Il Cavallo ha il suo bel movimento anomalo e la Regina è…una real regina e fa quello che vuole!!!
    Persevera! Io non perseverai!

    Mi piace

  3. Jedredd ha detto:

    Lo spaccone, quello da cui poi è nato l’omonimo film del 60, con Paul Newman? Mi interessa sapere come lo troverai.
    Gioco benino a scacchi, purtroppo tendo a stancarmi facilmente e non rendo molto bene per tutta la partita.
    Un bacioide.:-)

    Mi piace

  4. latendarossa ha detto:

    Dunque, riassumendo:

    – i libri per gli ultimi due esami
    – i libri per la tesi
    – i libri per gli scacchi
    – i libri da leggere per piacere

    a Riccione quando arriverà Flalia, vedranno spuntare all’orizzonte una montagna di libriiii :)))

    Mi piace

  5. flalia ha detto:

    Melchisedec: per ora continua a piacermi, anche se perdo sempre! 🙂

    Flavia: sì sì, sto perseverando; il pezzo che mi è più antipatico è la torre , del cavallo mi piace il movimento ma non riesco a dominarlo…

    Jedredd: esatto, caro Jedredd, è proprio quel romanzo. Da un altro bel romanzo dello stesso autore, intitolato L’uomo che cadde sulla terra, è stato tratto un film con protagonista David Bowie. A me la prosa di Tevis piace molto e lo consiglio. Un bacioide 🙂

    Marcello: eh eh, infatti son già qui in biblioteca, da dove, tra una lettura e l’altra, navigo anche un po’… 🙂

    Mi piace

  6. listen ha detto:

    Buone vacanze Flalia, divertiti.

    In caso di necessità posso sempre suggerirti qualche mossa se ti trovassi sotto scacco…quella degli scacchi è una mia storica passione.

    Ciao
    Listen

    Mi piace

  7. flaviablog ha detto:

    Bene, hai un cavallo da domare! 🙂

    Mi piace

  8. lauraetlory ha detto:

    “…chi me la fa fare di caricarmi volontariamente di un’altra mole di libri (più scacchiera) su cui scervellarmi?”. Ecco, è esattamente quello che mi sono ripetuta più e più volte. A maggior ragione considerando che anche a Dama, gioco notevolmente meno impegnativo, faccio veramente schifo.
    A parte i libri, trova un po’ di tempo per goderti mare e sole che l’inverno è lungo. Lo so, certe volte proprio non mi riesce di tenere a freno il senso materno, spero non me ne vorrai 🙂
    Un abbraccio
    Lory

    Mi piace

  9. latendarossa ha detto:

    Visto che la tua assenza si prolunga, a questo punto, pretendiamo che al tuo rientro tu sia diventata un’affermata campionessa di scacchi. O al limite degustatrice di gelati gusto stracciatella.

    Mi piace

  10. flalia ha detto:

    Marcello: Sono tornata…:-( non sono molto migliorata a scacchi ma son tornata BALLERINA! Ho trovato un corteggiatore ballerino! E ho mangiato molti gelati, ovviamente, ballare richiede energia! ;-)) Però sono una campionessa di svogliatezza e non ho voglia di scrivere… be’, ormai provvederò (in realtà è da un bel po’ che son tornata e vi osservo in incognito…) 😀

    Grazie a tutti per gli auguri e i graditi consigli… :-))

    Mi piace

  11. melchisedec ha detto:

    T’arricampasti…si dice da me?
    Cioè…sei tornata?
    Bentrovata! 🙂

    Mi piace

  12. flalia ha detto:

    Mel: che bel verbo, mi suona bene! 🙂 Grazie del bentrovata!

    Mi piace

  13. Targhina ha detto:

    Pur amando i giochi di strategia, l’enigmistica e le carte…gli scacchi mi annoiano, non mi hanno stregata. Il mio ragazzo invece ci gioca e anche bene, l’unica cosa che ancora mi ricordo è che il cavallo si muove ad L! 🙂 Tuttavia capisco il fascino che tali signorili pedine suscitino sulle persone. In bocca al lupo alla ns nuova….Boris Spassky di Riccione!

    Mi piace

  14. Slimmingdown ha detto:

    quello di imparare a giocare a scacchi e’ uno dei miei sogni nel cassetto..chissa’ un giorno..
    mio fratello e’ bravissimo, ci gioca da quando aveva 6 anni e ogni tanto si sfida via internat con qualcuno.
    (grazie del commento da me)

    Mi piace

  15. flalia ha detto:

    Targhina: eh eh, addirittura! Magari fossi la nuova “Boris Spassky”… ma chissà, non si sa mai! 😉

    Slimmingdown: al momento ho la “leggera” impressione che tu non abbia tempo per metterti a imparare a giocare a scacchi ma chissà, magari in futuro, qualche partitina con Isabella… Ciao! 🙂

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...