Dio, ti ringrazio per avere creato B.B. King

Questa è l’ispirata preghiera che mi sale dal cuore, dal corpo e dalla mente ogni volta che ascolto, ballo, canto, vivo la musica del mio amato B.B. King.

B-B-King-3

Ascolto e amo tutto ciò che è blues, da quello più tradizionale (direttamente dai campi di cotone di cent’anni fa…) a quello contemporaneo. Il blues è la mia musica del cuore, il Delta del Mississippi il mio locus amoenus emotivo.
E in tutto ciò, B.B. è sempre e comunque una spanna più su di tutti gli altri.

Mi emoziono con Mozart, “soffro” con i Radiohead, mi consolo con i Mercury Rev, ascolto classica, rock, pop, qualche italiano. Ascolto pure il canto gregoriano, la musica medioevale e quella rinascimentale.

Ma B.B. è l’unico che mi prende, mi solleva e mi fa volare.

Quando sono felice amplifica la mia gioia e la trasforma in giubilo. Quando sono triste o stritolata dall’ansia (come oggi, che non so perché mi è venuta un’ansia generalizzata strizzabudella) mi toglie il peso dal cuore e lo scioglie in leggera ebbrezza.

Ascoltare B.B. King è la mia piccola grande benedizione a portata di mano.

The King of the Blues quando canta e suona con la sua Lucille (la sua amata chitarra) è gioia pura, si sente proprio la felicità di vivere che ha nel cuore, me la sento scorrere nel corpo, mi sento esplodere i sensi, le emozioni e lo spirito tutti insieme. Vicina alla terra e vicina al Cielo. Per me è il massimo. Grazie B.B., che Dio ti benedica sempre.

Questa è una pura, esaltata, appassionata dichiarazione d’amore. Quando ci vuole ci vuole!

Annunci

16 commenti on “Dio, ti ringrazio per avere creato B.B. King”

  1. PaoloFerrucci ha detto:

    Dio, ti ringrazio per aver creato Ilaria! Buona domenica, mia Stellina :)***

    Mi piace

  2. latendarossa ha detto:

    Cara Flalia, sono perfettamente d’accordo con te (bisognerebbe fare un elenco di cose “per le quali vale la pena vivere” un po’ sulla falsariga di quello di Woody Allen in Manhattan e rileggerselo, quando si è giù). Sicuramente conosci questo cd:

    Leggere questo tuo post mi ha fatto venir voglia di riascoltarlo. La loro versione di Come Rain Or Come Shine è qualcosa di fantastico. Buona domenica!

    Mi piace

  3. melchisedec ha detto:

    Esssì, ci vuole. E’ carino conoscere i gusti degli amici webbari. Buona domenica, Flalia!

    Mi piace

  4. utente anonimo ha detto:

    Quando non sai cos’è, allora è Jazz…diceva Novecento…vabbè, scusa, me ne vado 🙂

    Mi piace

  5. flalia ha detto:

    Paolo: eeh… anche tu non scherzi, quanto a tirarmi su!! :-****

    Marcello: è vero, anche a me piace molto quella versione, dolcissima e intensa 🙂

    Mel: buona settimana, Mel! 🙂

    Senzanomealcuno: ciao, benvenuto e grazie della citazione (e non scusarti!! ;-))

    Mi piace

  6. listen ha detto:

    No me lo sarei mai aspettato da te! Ed io che ti consideravo una ragazza seria,una ragazza
    che custodiva il suo cuore per la vera musica, quella immortale, quella musica che si canta nelle occasioni più solenni e che fà “…noi puffi siam così…”
    Flalia! Che cocente delusione!

    Mi piace

  7. flalia ha detto:

    Listen: ih ih, che brutta immagine che avevi di me! ;-)) Meno male l’ho smentita… ma non del tutto: ti confesso che non solo possiedo ancora tutti i 45 giri con le varie sigle dei cartoni animati (Puffi compresi), nonché le varie musicassette di Fivelandia cantate da Cristina D’Avena, ma ho anche proprio una compilation fatta da me con tutte le sigle più amate (da Capitan Harlock – il mio eroe e alter ego – a Lady Oscar, Lupin eccetera)… che ogni tanto ascolto a tutto volume… contento? ;-))

    Mi piace

  8. diegodandrea ha detto:

    “…inverno del ’49… eccomi a suonare in Arkansas, a Twist… d’inverno può fare veramente freddo in Arkansas, e questa è una di quelle sere di dicembre in cui il calore della musica non è sufficiente per scacciare il freddo… il night-club nel quale mi esibisco non eìè un vero e proprio night-club, ma uno stanzone di una vecchia, gelida casa, nel quale, a mo’ di riscaldamento, il proprietario della medesima ha sistemato un bidone delle immondizie riempito a metà di cherosene, al quale ha quindi dato fuoco… attacco a suonare… coppie che ballano e si dimenano… improvvisamente sento un gran vociare… due tipi si stanno insultando pesantemente… cominciano a riempirsi reciprocamente di cazzotti… finché non finiscono per rovesciare il bidone con il cherosene… fiamme, urla, panico, gente-anche il vostro B.B, ovviamente- che si dirige verso l’unica uscita… sono lieto di aver salvato la pelle, ma poi mi rendo conto di aver lasciato dentro la chitarra… mi butto dentro… trovo la chitarra… la afferro per il manico e scavalco con un salto proprio mentre le pareti dell’edificio crollano, mancandomi il culo per pochi centimetri… prendo fiato e poi ringrazio il Signore… “Accidenti” dice uno degli avventori a un altro “non avrei mai pensato che due tizi sarebbero arrivati al punto di cercare di ammazzarsi per una ragazza come Lucille”… non la conobbi mai ma venni a sapere che era una ragazza che lavorava nel locale… decisi che avrei battezzato la mia chitarra con quel nome… per ricordare a me stesso di non fare mai più una scemata del genere…

    “Il blues intorno a me” di B.B. King e David Ritz, Feltrinelli

    Ilaria, con questo post hai toccato una corda che ho dentro, e che suona sempre su un giro armonico di settima

    BAcio D

    Mi piace

  9. flalia ha detto:

    Diego: che bello! Non sapevo che avessimo questa corda in comune 🙂 Grazie anche della lunga citazione 🙂 Un bacio!

    Mi piace

  10. OzzyRotten ha detto:

    Ti “Spappoli” ascoltando Vasco?

    😐

    Stai bene amica mia?

    Mi piace

  11. flalia ha detto:

    Ozzy: reminiscenze preadolescenziali (anzi, infantili): presente “Fegato spappolato”? Mi è venuta così… 😉
    Sì, sto bene, caro Ozzy, purtroppo però ho poco tempo per i blog e un po’ mi dispiace…
    Spero tutto bene anche per te (politica italiana permettendo…). Ti abbraccio 🙂

    Mi piace

  12. Masso57 ha detto:

    Uno dei rari maestri di cui si puo’ comperare a colpo sicuro qualunque cd, e di cui si sa in partenza che non si rimpiangerà neppure un cent.

    Mi piace

  13. listen ha detto:

    A proposito di Cristina D ‘avena: ma non si è mai sentita una notizia gossip, uno scandaluccio, un bacio sulla guancia fatto spacciare per chissà quali promesse….possibile? Quasi inaccettabile…

    Mi piace

  14. OzzyRotten ha detto:

    Abbraccio te pure io.
    E’ proprio vero che quando si era ragazzini si commettevano un sacco di scemenze.

    Sperando che poi non si reiterino in età adulta…

    Saluti

    Mi piace

  15. caterinapin ha detto:

    La musica è davvero esaltante e aiuta a vivere meglio ed ognuno di noi ha (o dovrebbe avere!) il suo “pronto-soccorso-umore”, il gruppo, il cantante o il musicista che riesce a portarci in alto fino alle stelle!!!
    B.B.King è un mago…
    Un grande abbraccio cara 😉

    Mi piace

  16. flalia ha detto:

    Listen: hai ragione, meno male non tutti i “miti” infantili ci deludono crescendo…

    Ozzy: è quello lo stra-bello di essere ragazzini… :-)))

    Caterina: un abbraccione a te, carissima Cate :-))))

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...