Thinking blog award

thinkingbloggerL’amica Caterina mi ha nominata tra i cinque blog che la fanno pensare (grazie!). Ora tocca a me indicare altri cinque blog. Sono ben più di cinque i blog che leggo e mi fanno pensare (a partire da quello della stessa Caterina) ma alcuni per fortuna sono già stati nominati e io tengo a segnalare questi cinque, che visito ogni giorno e che sì, mi stimolano la mente…

 
Girliegirl (Alice): mi piace moltissimo il suo modo di raccontare: generoso e ironico, leggero e saggio. Attenzione: può creare dipendenza!

Diego D’andrea: come gli ho scritto una volta in un commento, quando ho bisogno di parole civili, sensate e pensate, anche su temi “caldi”, da lui le trovo sempre. E non solo: che parli di argomenti personali, di letture, politica o che posti i suoi racconti, sensibilità, simpatia e anticonformismo (non di maniera) non mancano mai. Anche i commenti ai suoi post sono sempre interessanti, e il “padrone di casa” è accogliente e spiritoso.

La pietra d’acqua (Paolo Ferrucci): è un blog ricco di spunti e approfondimenti interessanti, in varie direzioni. Paolo si prende tutto il tempo per trattare i vari argomenti, anche usando più post collegati tra loro, e questo mi piace molto, ci sono tanti fili da seguire e ognuno può trovare il suo o gustarseli tutti. Inoltre le riflessioni personali sono alternate a citazioni da saggi o romanzi di diversi autori, mai proposte in modo freddo o serioso ma sempre con calore, delicatezza e sensibilità.

Passoscuro: un blog ben scritto, spiritoso e arguto; mi piace molto lo stile dell’autore: fa ridere, fa riflettere, è un po’ cinico, è un grande osservatore, è molto colto ma non si prende troppo sul serio.

Maria Strofa: altri l’avranno già citato, ma non posso non nominarlo anch’io, dato che è tra i miei preferiti. È un blog da sfogliare e da leggere, senza limitarsi al post del giorno, anzi… pescate a caso e non resterete delusi!

 
Ecco. Voglio però segnalare un sesto blog, che non ho inserito nella lista solo perché non viene più aggiornato da mesi; eppure mi è rimasto nel cuore e vi consiglio di darci un’occhiata perché adoro la scrittura dell’autore, simpaticissimo, e contiene dei racconti scritti splendidamente. È il blog di neoscapigliato; quanto vorrei poterci leggere qualcosa di nuovo, ma mi accontento di quello che comunque c’è!

Spero di avere incuriosito chi non conosceva già questi blog.

Bene, le regolette della catena, valide per chi è stato nominato, sono le seguenti:

1. partecipare solo se si è stati nominati (e se si ha voglia, tempo, ispirazione, aggiungo io che non sopportole costrizioni inutili)

2. citare questo link (che rimanda al blog inglese da cui la catena è partita)

3. inserire nel vostro post il logo del Thinking blog award

4. indicare, per l’appunto, i 5 blog che vi stimolano maggiormente il pensiero.

Annunci

18 commenti on “Thinking blog award”

  1. diegodandrea ha detto:

    commento (parte prima)

    Ilaria, guarda che sono tranquillamente in grado di piangere, non c’era bisogno di mettersi a fare esperimenti!
    🙂
    Grazie, sono commosso! E non tanto per la nomination (chi se la fila) quanto per le tue parole!
    Le tue parole non hanno prezzo, per tutto il resto c’è… il Thinking blog award!
    😉
    Stasera sono stanchissimo, continuo il commento domani!
    Notte D

    Mi piace

  2. lauraetlory ha detto:

    Wow, anche tu nel gruppo delle nomination! Che bello!
    Laura

    Mi piace

  3. Jedredd ha detto:

    Nomination meritatissima secondo me.
    Come vanno le cure? Stai ancora prendendo gli antibiotici? Sono una gran rottura, fanno bene, anzi, benissimo, ma quante forze tolgono, aiuto! Spero vada tutto bene, e che ti stia riprendendo bene.:-)
    Un bacioide:-)

    Mi piace

  4. girliegirl ha detto:

    Thinking blog award[..] Ricevo da Flalia, ringrazio e inoltro. Se ancora non l’avete fatto, vi invito a leggere il suo blog. Perché riesce a far apparire accettabile anche una catena, figuratevi il resto. 😀 Comunque. Cinque blog che mi fanno pensare. Pensare bene. [..]

    Mi piace

  5. girliegirl ha detto:

    grazie, bella, sono commossa anche io. ma non piango! magari tra un pochino, ok ^_^’

    scusa per il trackback del commento sopra, non ho capito se c’è la possibilità di non farlo partire in automatico. lo detesto! 😀

    buona serata e buon fine settimana, baci 🙂

    Mi piace

  6. MariaStrofa ha detto:

    Ilaria, ma ti ringrazio molto moltissimo. La cosa mi fa ovviamente molto molto piacere.

    Grazie ancora 🙂

    Mi piace

  7. latendarossa ha detto:

    Bellooo sono contento che qualcuno abbia pensato di nominartii, in effetti 5 nomination sono troppo poche per mettere davvero tutti quelli che ci fanno pensare (capisci ammè).

    Mi piace

  8. caterinapin ha detto:

    Grazie di avere accettato Ilaria!
    Alcuni blog li conosco già, Paolo e Maria Strofa gli altri me li vado a scoprire dopo cena, tanto per Tv c’è sempre la stessa pappa….
    Un bacio cara 😉

    Mi piace

  9. flalia ha detto:

    Diego: grazie a te per questo bel commento. Un bacio :-*

    Laura: fa piacere, vero? 🙂

    Jedredd: grazie, Jedredd, li devo ancora prendere per un’altra settimana… uffi! Più un’altra medicina pesante anche quella. Comunque, a parte questo, sto bene, spero che anche tu sia guarito!! 🙂

    Alice: ciao, carissima, buon fine settimana anche a te 🙂

    Maria Strofa: prego! Grazie a te per il tuo blog 🙂

    Marcello: già, è quello che ho pensato anch’io, ma vedi, con questa catena, incatena di qua, incatena di là, alla fine verremo nominati più o meno tutti! ;-)))

    Cate: ancora grazie a e, Cate, la tua descrizione del mio blog mi ha commossa. Un bacione 🙂

    Mi piace

  10. PaoloFerrucci ha detto:

    Ilaria, ti adoro: sei il mio Tesoro preziosissimo.
    Anche se non mi hai messo in cima alla lista, sono primo ugualmente, perché mi hai dedicato ben 6 righe, (contro le 5 di Diego D’Andrea!)
    :-))***

    Mi piace

  11. Lockwood ha detto:

    Secondo me i moderni blog figurano il trionfo del conformismo virtuale e dell’egocentrismo settario (cioè rappresentano un modaiolo modo per avere un supporto al proprio mettersi in mostra).
    In quanto a stimolazione del pensiero trovo inutili anche i commenti, come questo mio. Anzi, per renderlo ancor più vano azzardo che gli scritti letterari che si salvano – e di cui ci si potrebbe accontentare, a parte eccezioni – si trovano dal 1930 in giù: quello che viene dopo si può sacrificare.
    No comment.

    “Una persona è ricca in proporzione al numero di cose delle quali può fare a meno.” (H. D. Thoreau)

    Mi piace

  12. diegodandrea ha detto:

    commeto (parte seconda)

    E no, PAOLO, se il tuo blog invece che
    “La pietra d’acqua” si fosse chiamato “UGO”, alla fine mi sa che come righe eravamo lì 😉
    Solo l’intestazione se ne ruba mezzo di rigo!
    Dopodiché ci sarebbe da sottolineare anche una posizione in più (la mia) ma non sarebbe bello infierire :-)) :-))
    A parte scherzi, è chiaro che Ilaria ti ha voluto mettere in posizione centrale per sottolineare l’importanza e la qualità del tuo blog (al quale, in tutta sincerità, il mio non è neanche minimamente parogonabile. In questo momento storico, sia chiaro, ma stai tranquillo che pian piano ho intenzione di crescere, e quando avrò l’età tua sarò molto ma moto più bravo di come sei tu adesso :-))) :-)))
    (si, come no!;)

    Scherzi a parte, volevo scrivere due righe su internet ai tempi di Neoscapigliato.
    Ilaria, non so se sei al corrente del fatto che io e lui avevamo un carteggio privato. Commentavamo tra di noi quel che accadeva nei rispettivi blog e in altri. All’epoca scoprimmo anche numerose coincidenze che ci riguardavano: il fatto di essere nati entrambi a Gorizia e di esserci trasferiti subito dopo in Sicilia, per poi andar via di nuovo (ma questa volta in luoghi diversi); ancora, lo studio della musica (violoncello lui, pianoforte e altro io), gli studi di legge, e tante altre piccole cose!
    L’ho sempre letto con ammirazione (diceva lo stesso di me, ma non gli ho mai creduto: lui era un abile ruffiano e io sufficentemente severo con me stesso per conoscere la realtà).
    Ad ogni modo, come hai sottolineato tu, un bel giorno è sparito!
    Niente più post, niente più email (ho provato qualche volta, ma non mi ha mai risposto)
    Una volta l’ho detto anche a lui. Ho sempre creduto che fosse un personaggio inventato, un abile recitazione messa su con mestiere!
    Ci abbiamo riso. Ha sempre negato. Continuo a crederlo.
    Ovunque sia gli mando un saluto

    Ciao D

    Mi piace

  13. flalia ha detto:

    Paolo: sei terribile, guarda cosa vai a pensare! 😉 L’ordine dei blog citati è puramente casuale… e anche il numero di righe!! 🙂

    Lockwood: be’, molto spesso, proprio in questi giorni (in cui sto leggendo molti libri e giro meno sui blog), penso più o meno quel che hai detto tu ora, cioè mi dico: con tutti i romanzi che ci sono al mondo da leggere, che senso ha leggere/scrivere blog? Però forse è un pensiero “pigro”: non si possono confrontare blog e letteratura, sono cose completamente diverse per contenuti e fini; penso che i blog siano essenzialmente comunicazione (anche di pensieri stimolanti, talvolta!) e le due cose possono convivere benissimo, direi (sempre a patto che i blogger non si sentano scrittori o filosofi!).
    Riguardo al blog come forma solo di esibizionismo, lo trovo un po’ riduttivo. Sono tanti i motivi per cui ci si diverte a scrivere su un blog. Io per es. non amo quelli che hanno sempre in testa le “classifiche” o che commentano ovunque solo per avere “popolarità”. Ma uno che scrive sul suo piccolo blogghino per il semplice piacere di raccontare qualcosa non mi dispiace affatto!
    Bella la citazione di Thoreau, aggiungo che oltre a “ricca” è libera 🙂

    Diego: su neoscapigliato avevo la tua stessa impressione, quando lo leggevo. Ma a dire il vero, e vale per lui come per tutti, quando leggo un blog non mi chiedo mai se ciò che c’è scritto è autobiografico o meno (anche quando si presenta tale)… mi basta che mi piaccia! Anzi, a dire il vero, credo che la scrittura, anche quando non lo si vuole, tradisca sempre la vita ed è questo il suo bello. Quindi penso che nessun blogger quando scrive racconta esattamente la realtà, ma una verità spesso sì!
    Che coincidenze, però! E ho scoperto che sei nato a Gorizia… non lo immaginavo proprio!

    Mi piace

  14. Jedredd ha detto:

    Sgrunt! Ieri, Splinder si è mangiata il mio commento, ma perché la tengono a stecchetto questa povera piattaforma?!;-)
    Buona domenica, comunque, in fondo non è ancora finita.
    Un bacioide:-):-)

    Mi piace

  15. caterinapin ha detto:

    Splinder sta facendo un po’ i capricci ultimamente…anche a me ha fatto sparire alcuni commenti…
    BHo?
    Ciao Ilaria, un bacione :*

    Mi piace

  16. biancac ha detto:

    anche tu coinvolta in questa catena, bene, in questo modo TUTTi i blog amici prima o poi vengono nominati. Perché TUTTI fanno pensare!

    Mi piace

  17. flalia ha detto:

    Jedredd: buona settimana, un bacio :-*

    Cate: pure a me, ora che controllato (avevo commentato la tua mirabolante impresa sventa-furti…). Buona settimana e un bacione 🙂

    Bianca: esatto, è la stessa cosa che ho pensato anch’io… a forza di girare, tutti verremo nominati ed è giusto così! Buona settimana 🙂

    Mi piace

  18. biancac ha detto:

    A aparte Maria e Diego, che leggo sempre, gli altri non li conosco e quindi ti ringrazio!

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...