Buone feste

Lunedì scorso, passando davanti al supermercato vicino a casa, ho visto che la facciata era tutta illuminata da un’insegna luminosa che augurava: Buone feste!

Buone feste?, mi son detta. Ma se siamo a metà novembre! A parte l’inizio col botto, novembre non è un mese di feste! Cosa mi sono persa?

Poi, notando che accanto alla scritta splendeva a intermittenza una stella cometa ho capito; in anticipo di un mese e sei giorni si festeggiava il natale…
Scuotendo la testa col disappunto di un vecchio ottuagenario son arrivata a casa mia, imprecando contro il consumismo, la fretta dei nostri tempi eccetera eccetera e proclamando che quest’anno per Natale non comprerò regali per nessuno.
La notte seguente ho sognato me stessa nell’atto di acquistare regali di natale. Nel sogno spiegavo tutta contenta alla commessa che siccome ogni anno mi riduco a comprarli all’ultimo momento [con lo stress che potete immaginare o che forse conoscete bene anche voi] quest’anno avevo deciso di darmi da fare con un mese d’anticipo. La commessa approvava.

Non ero io, mi son detta al risveglio. Ma non c’è dubbio: ero proprio io.

Ho l’inconscio consumista…

Annunci

35 commenti on “Buone feste”

  1. barbara34 ha detto:

    Il tuo mi sembra un inconscio avveduto, ah ah……io i regali spesso li compro quando vedo qualcosa di carino e penso “questo mi piacerebbe farne un regalo” e poi penso a chi. Me ne separo con un po’ di dolore perché nel frattempo gli oggetti sono diventati un po’ miei, ma questa aumenta anche il senso del regalo. però a Natale non mi piace, mi sembra obbligato e perdo il senso della sorpresa, devo andare in giro a comprare facendo finta che non sia per Natale :))

    Mi piace

  2. fgfp ha detto:

    Io ho risolto il problema alla radice: a Natale non regalo NIENTE a NESSUNO!!! 😀

    Mi piace

  3. barbara34 ha detto:

    haha che divertente, io e fg abbiamo scritto in contemporanea! io redistribuisco onestamente i ibri che mi pervengono dalle case editrici!!! un salutone a entrambe!! :))

    Mi piace

  4. Jedredd ha detto:

    Il consumismo che si porta dietro il Natale, più di una volta me l’ha reso antipatico, non parliamo dei regali, se compro qualcosa per gli altri mi sento in colpa, forse piace, forse no, forse non ci ho dedicato troppo tempo, ecc, se non lo faccio mi dispiaccio lo stesso… Uffa… Sgrunt.
    Piccola eccezione se si tratta di prendere un regalo per mio nipotino, lui adora scartare, stupirsi, con una miriade d’espressioni, una più bella dell’altra. Pochi minuti fa stavo guardando qualcosa per lui, per non aspettare all’ultimo momento.
    Buona domenica.:-)
    Un abbraccio

    Mi piace

  5. cappelliavolute ha detto:

    Io ho cominciato oggi…Ebbene sì, lo ammetto, sono una borghese consumista… ma che ci posso fare?! Adoro cercare gli oggetti che rispecchiano quello che per me sono le persone a cui voglio bene!! Mi piace fare pacchettini, bigliettini, amo il Natale! …insomma, ognuno ha i suoi difetti!!

    Mi piace

  6. latendarossa ha detto:

    Eeecco lo vedi che poi l’insegna luminosa serve a qualcosa?
    Il tuo inconscio ha recepito il messaggio e ti ha offerto su un onirico vassoio d’argento l’acquisto dei regali… 😉

    Mi piace

  7. flalia ha detto:

    Barbara: mi piacerebbe fare come te, comprare un regalo quando vedo qualcosa che mi piace, anziché andarci apposta solo per l’occasione (compleanno o ricorrenza che sia).
    Ma la verità è che io purtroppo sono una frana nel fare regali. Ne faccio, ma mi sembra di non riuscire mai ad azzeccare il regalo giusto…

    Fgfp: io a quasi nessuno… perché alcuni ci restano male se non ricevono il regalo! Poi c’è sempre la persona dalla quale mai ti aspetteresti di ricevere un regalo e che invece te lo fa… e tu non l’hai per lei… a me succede quasi sempre (con persone diverse, ovviamente)… che imbarazzo!
    Io al posto dei regali che si comprano vorrei fare regali meno materiali, tipo essere più presente, avere più attenzioni per amici/parenti.

    Barbara#3: ah! Questa è una comoda risorsa, in effetti 😉

    Mi piace

  8. flalia ha detto:

    Jedredd: hai colto nel segno. Fare regali ai bambini che si amano è sempre una festa, per loro e per noi che li guardiamo avventarsi sul pacchetto, scartarlo freneticamente e gioire. Infatti secondo me al centro del Natale dovrebbero esserci i bambini e i regali bisognerebbe farli solo a loro!
    Buona domenica!

    CaV: ma no, fare regali con affetto e divertimento va benissimo. E’ l'”istigazione” a farli in anticipo che mi scoccia un po’… 😉

    Marcello: infatti, spiace ammetterlo ma è proprio così… 😉

    Mi piace

  9. mariolina81 ha detto:

    troppo complessata la bimba…

    Mi piace

  10. flalia ha detto:

    Mariolina: ciao, benvenuta 🙂
    Si tratta di un post umoristico… 😉

    Mi piace

  11. commediorafo ha detto:

    Quoto CaV e la tua risposta al suo commento: ben vengano i regali fatti col cuore!
    Massimo

    Mi piace

  12. biancac ha detto:

    dici che è grave se ho già fatto la lista di Natale?

    Mi piace

  13. flalia ha detto:

    Massimo: d’accordissimo 🙂

    Bianca: ma no dai, sei previdente… 😉

    Mi piace

  14. caterinapin ha detto:

    :)))))))))))))))))))
    Forse era soltanto una specie di istinto di autoprotezione…
    Lo stress dei regali all’ultimo minuto si può reggere soltanto per pochi anni, poi ci van di mezzo le coronarie… :)))
    Comunque se può consolarti, sono uguale a te!
    Anzi, dirò di più, io partirei il 15 dicembre e tornerei il 10 di gennaio, guarda un po’!
    Bacio cara 😉

    Mi piace

  15. flalia ha detto:

    Cate: sai, cara Cate, a giudicare dai post di entrambe, credo che io e te se mai ci vedremo non andremo mai a fare shopping insieme!! ;-)))
    Un abbraccio 🙂

    Mi piace

  16. ZiaPetunia ha detto:

    Io ho l’inconscio consumista e il conscio povero…

    Mi piace

  17. diegodandrea ha detto:

    Beh, volevo lasciare un commento, ma quello ch mi precede è troppo bello, quindi va bene così 🙂

    Un abbraccio D

    Mi piace

  18. aleike ha detto:

    Ho la fortuna di fare regali solo a persone alle quali tengo, e non devo fare regali di facciata, quindi mi posso godere il rito, che so nascere da operazioni commerciali, me me ne frego, e’ troppo bello il natale per me.Pero’ guai ad affrontare l’operazione regali senza la lista!!la lista razionalizza il tutto, evita perdite di tempo, ansie, e il divertente e’, a volte, ignorarla!:o)

    Mi piace

  19. MariaStrofa ha detto:

    La battuta di Zia Petunia mi è piaciuta un sacco!

    Mi piace

  20. latendarossa ha detto:

    A proposito, e la tipa che è convinta che tu lavori alla Feltrinelli?

    Mi piace

  21. flalia ha detto:

    ZiaPetunia: mi hai fatto ridere! Battuta azzeccatissima 😀

    Diego: concordo! Però è sempre un piacere salutarti quando passi di qui 🙂

    Aleike: proverò con la lista, allora. In realtà mi riprometto sempre di annotarmi cose da regalare man mano che, durante l’anno, sento qualcuno esprimere desideri. A volte mi ricordo, a volte no! 😛

    MariaStrofa: anche a me! Un abbraccio 🙂

    Marcello: resta convinta di tale granitica certezza… 😉

    Mi piace

  22. PaoloFerrucci ha detto:

    Ilarietta, anch’io depreco la deriva consumistica, che a natale si traduce in fenomeno spudoratamente commerciale. Penso anche ai riti mediatici, che mi disgustano per la loro ripetitività: vedi i telegiornali, che nei periodi di “saldi” fanno il loro tradizionale servizio, dando consigli al consumatore; a san Valentino parlano del fenomeno dei regali e delle cene al ristorante; a Natale, della corsa al regalo e del cenone; a capodanno dei veglioni di San Silvestro.
    Già sai che ho smesso di leggere i giornali; ebbene, temo che nemmeno accenderò più la televisione. Quanto alle luminarie natalizie in città, le subisco con leggerezza, quasi non ci faccio caso; anzi, un po’ mi piacciono, ma solo come “ambiente estetico”.
    Un bacio.

    Mi piace

  23. stefanomassa ha detto:

    beh non è mun male l’inconscio consumista…stef

    Mi piace

  24. lauraetlory ha detto:

    Vedo che anche a te è rimasto poco tempo per il blog… sul Natale consumistico che altro dire? E’ qualcosa al quale non si sottrae nessuno, neanche coloro che non credono… sic!
    Un bacione
    Lory

    Mi piace

  25. caterinapin ha detto:

    Zia Petunia è un mito!!!!!
    Ieri nel passare davanti ad una zona addobbatissima di luminarie non ho potuto evitare di fare una smorfia, un anziano signore mi ha vista e ha detto:
    – Che spreco eh? Nemmeno mille luci possono illuminare il buio nell’anima di certa gente! – e se n’è andato via zoppicando appoggiandosi suo bastone…
    Mi ha colpita tantissimo!
    Buon weekend tesoro!
    A proposito, se mai ci incontreremo di persona, vedrei meglio una puntata insieme in libreria o alla Sala Borsa e un the o una cioccolata sedute a conoscerci…
    Bacio 😉

    Mi piace

  26. flalia ha detto:

    Paolo: a me le luminarie e l’aria di festa non dispiacciono sotto natale… ma non un mese prima! 😉

    Stefano: dipende… basta che almeno il conscio ragioni! 😉

    Lory: sì, infatti non ha senso festeggiare il natale se non ci si crede…
    Purtroppo non solo non riesco ad aggiornare il mio blog ma neanche a lasciare commenti in quelli altrui… è un periodo terribile! Però anche felice 🙂

    Cate: questo episodio colpisce anche me! Sembra quasi una cosa da film! Uno scampolo di saggezza da un anziano zoppicante che poi si perde nella folla… vedo già la scena!
    Buon weekend a te, carissima io purtroppo tra lavoro e studio non riesco neanche a girare per blog… :-/

    Mi piace

  27. Jedredd ha detto:

    Buona domenica ed un bacione. 🙂

    Mi piace

  28. latendarossa ha detto:

    Sì ma…aggiornare? Ci lasci così, all’oscuro di quel che combini?! 🙂

    Mi piace

  29. flalia ha detto:

    Ciao Jedredd, buona settimana 🙂

    Marcello: hai ragione… credo che sia la prima volta che lascio passare più di una settimana senza pubblicare almeno un post… e almeno le altre volte riuscivo a lasciare commenti nei blog altrui, anche senza aggiornare il mio; stavolta non ce l’ho fatta, primo perché ero (e sono) stanca, superstanca e stanchissimissima causa impegni vari tutti accavallatisi, e secondo, perché ero anche triste e quando sono triste l’ultima cosa che ho voglia di fare è scrivereeee! 😉 Comunque entro domani dovrei finire un lavoro dopo il quale potrò respirare un po’… e allora credo che posterò una disavventura ridicola se riuscirò a scriverla! Ciaoo 🙂

    Mi piace

  30. biancac ha detto:

    sì, cmq non ho comprato ancora nulla… 😉

    Mi piace

  31. ByronCorner ha detto:

    Non comprare. Dà retta. Lascia stare. Il Natale, se ci pensi bene, non è altro che un’occasione per vendicarsi reciprocamente dei regali fatti e ricevuti. Esci da questo gioco al massacro e salvati la pelle. Ciao Flalia.

    Mi piace

  32. Jedredd ha detto:

    Un bacioide di passaggio. 🙂

    Mi piace

  33. flalia ha detto:

    Bianca: be’… intanto la lista c’è! 😉

    Byron: ciao!!! Che bello rileggerti, ogni tanto passavo dal tuo blog ma lo vedevo sempre fermo… Bentornato!

    Jedredd: grazie, ricambio… 🙂

    Mi piace

  34. ByronCorner ha detto:

    Ci ho provato qualche volta ad andarci giù leggero con i post, ma non ce la faccio. Io sono un elefante. Provaci tu a far camminare un elefante dentro un negozio di Swaroski. 😉 ciao Flalia.

    Mi piace

  35. flalia ha detto:

    Byron: ognuno deve scrivere i post che si sente; a me piacciono i tuoi post (anche se non conosco sempre bene ciò di cui parli…) 🙂

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...