Di voti e di topi

350px-Mus_Musculus-huismuis

Per concludere l’argomento del post precedente, alla fine chiaramente il plebiscito c’è stato, ma il dato più bello è che siamo stati tanti a votare. Cioè, nonostante tutto, ci si vuole credere, no? Be’, è stato bello fare una lunga coda, chiacchierare con i vicini di fila, dare il voto e tornare a casa a mangiare i tortellini di mia nonna senza rimpianti.

Ma ora riprende la dura vita. E riprende con un incontro inaspettato. Stamattina, passando in bicicletta accanto a un cassonetto della spazzatura in una via vicina alla mia, chi vedo, intento a rosicchiare con gusto qualcosa proprio davanti a me? Un topo! Un topo! Un topo di media grandezza, molto ben tenuto, devo dire, col suo manto peloso ben pettinato (mentre io ero sicuramente spettinata), seduto composto sulle zampette posteriori, rosicchiava ciò che teneva tra le zampe con una certa eleganza, anche, masticando educatamente con la bocca chiusa e tutto concentrato in se stesso, incurante del traffico attorno a sé. Perciò, osservandolo, i brividini provati automaticamente all’inizio mi sono passati e mentre nella mia mente si sovrapponevano le classiche immagini ridicole di film e cartoni animati con donne che strillano e saltano sulle sedie al vedere un topolino (be’, io ero già sulla bici, però), mi sono appunto chiesta: Ehi, ma perché io dovrei avere paura di questo tipo innocuo e perfino bene educato?

Però c’è una cosa che non capisco, adesso che ho visto un topo proprio per bene:
ma com’è possibile che Topolino sia un topo? Non ci assomiglia per niente. Bianca e Bernie sì, assomigliano proprio a dei topolini, ma… Mickey Mouse?!  

Annunci

19 commenti on “Di voti e di topi”

  1. cappelliavolute ha detto:

    Oddio,ma sai che stamattina, mentre andavo in bicicletta all’università pensavo anch’io ai topi?! In chiave negativa, però… ho appena finito di leggere “La peste” di Camus e il fatto di aver intravisto una codina che scivolava in un canale di scolo ha fatto leva direttamente sulla mia ipocondria!! =D

    Mi piace

  2. melchisedec ha detto:

    Infatti, non c’entra quasi nulla! 🙂
    Quanto ai topi… proprio ieri sera, mentre si cenava tra amici in campagna, un topo faceva il trampoliere sulla ringhiera. Io, però, non l’ho visto. Per fortuna.

    Mi piace

  3. biancac ha detto:

    molto ben tenuto, devo dire, col suo manto peloso ben pettinato (mentre io ero sicuramente spettinata)
    sei fantastica: riesci a scrivere delle frasi di un’ironia e delicatezza uniche… Brava.

    Mi piace

  4. Jedredd ha detto:

    I primi disegni di Mickey Mouse erano molto somiglianti ad un topolino di campagna, poi piano piano l’hanno sempre più umanizzato, e già cosi il fumetto si avvicinava alla realtà, considera poi che ormai tante persone, per molti motivi, somigliano sempre più a dei topi, ed ecco che Mickey Mouse non sembra più un topo, ma un essere umano che puoi incontrare benissimo per strada senza riconoscerlo. Probabilmente non era un topo ma una persona che nonostante l’apparenza rassicurante rimane una creatura che raccoglie dentro di sé le peggiori schifezze che trova per i suoi sentieri.
    Disgustoso visto in questa maniera! 😉

    Mi piace

  5. flalia ha detto:

    CaV: Eh eh, ti capisco! Ti è piaciuto o no “La peste”? A me piacque molto quando lo lessi, ma del resto amo molto Camus in generale. Tu che ne pensi?

    Melchisedec: sì, in effetti, il topo trampoliere uno se lo può anche risparmiare, soprattutto se sta cenando! 😉

    Bianca: grazie mille, Bianca, soprattutto perché detto da te che, in quanto a scrittura, non scherzi 🙂

    Jedredd: oddio, Jedredd, con grande nonchalance hai buttato lì una considerazione tremendamente inquietante: considera poi che ormai tante persone, per molti motivi, somigliano sempre più a dei topi…!! In effetti, però, oggi ne ho incontrato uno. Ma no, offenderei il topo paragonandolo all’essere orrendo che ho incontrato!

    Mi piace

  6. diegodandrea ha detto:

    Beh, che dire allora di Minnie?
    Comunque, in quanto a topi di cartone, io preferisco Jerry di “Tom e Jerry” che anche nella versione Simpsoniana di “grattachecca e Fighetto” non sono affatto male 😉

    Ciao D

    Mi piace

  7. cappelliavolute ha detto:

    Io avevo provato a leggerlo più volte negli ultimi anni, ma non ero mai andata oltre le prime venti pagine…invece questa volta l’ho iniziato e non riuscivo più a fermarmi! Ci sono dei passi di una bellezza e una poeticità straordinaria. La notte dell’amicizia sul terrazzo è meravigliosa e ho pianto come una fontana quando Tarrou, moribondo, non toglieva gli occhi dalla madre di Rieux e si sforzava di articolare un sorriso. Sìsì, direi che mi è molto piaciuto, nonostante mi abbia anche un po’ inquietata. Sono convinta che esista un momento nella vita della persona adatto alla lettura di ogni libro, ogni libro dunque ha il suo. Sono contenta di aver continuato a provare finchè non è venuto il momento per questo!

    Mi piace

  8. Lucilla810 ha detto:

    Riguardo la vittoria di Veltroni: maggioranza bulgara? 🙂

    Mi piace

  9. latendarossa ha detto:

    Su Topolino mi pare che qualcosa lo abbia scritto anche Umberto Eco in Kant e l’ornitorinco, a proposito degli ‘schemi’ mentali ecc. ecc.
    Il topolino era educato ok, ma tu com’è che avevi i capelli scomposti?

    Mi piace

  10. flalia ha detto:

    Diego: è vero! Anche se io tifavo per Tom!

    CaV: concordo su “La peste” e anche sul “momento giusto” per leggere un libro. Ti dico solo che sono riuscita a leggere per intero “Orgoglio e pregiudizio” solo al terzo tentativo! Ma quella terza volta era quella buona, non solo lo divorai tutto ma da lì divorai anche tutti gli altri romanzi della nostra amata Jane Austen! Visto che è appena uscito un film sulla sua vita? Ma non so se ho molta voglia di andarlo a vedere… ho paura che ci abbiano ricamato un po’ troppo su, mi sembra che la presentino come una protofemminista o una ribelle… ma non penso che Jane fosse una “ribelle”, era “libera” e intelligente, secondo me… non so!

    Lucilla: be’, direi di sì, eh? 😉

    Marcello: be’… ero spettinata perché c’era vento e pedalavo veloce! E poi… non so se ricordi quando a giugno andai dal parrucchiere… be’, da allora non ho ancora trovato il coraggio di tornarci e ormai i capelli sono lunghetti quindi più propensi allo “spettinamento”! Devo dire però che i capelli un po’ “vivaci” e sbarazzini non mi dispiacciono affatto. 😉

    Mi piace

  11. cappelliavolute ha detto:

    Sono d’accordo! Anzi, credo che fosse convinta che il posto della donna era accanto al focolare come accanto all’uomo che amava. Era contraria alle donne prive di cultura e intelligenza, le “ochette”, ma non mi sembra che abbia mai insinuato in nessuno dei suoi libri idee “sovversive”, anzi!

    Mi piace

  12. Masso57 ha detto:

    A proposito di topi e topastri: ma su repubblica di ieri ti hanno copiata?

    Mi piace

  13. latendarossa ha detto:

    Manco a me dispiaciono,ecco 😉

    Mi piace

  14. commediorafo ha detto:

    Credo che nel weekend andrò a vedere Ratatouille. Mi mancano i cartoni animati al cinema…
    Massimo

    Mi piace

  15. calimero00 ha detto:

    Hai ragione! Topolino non somiglia per nulla a un topo:-)))

    Un abbraccione carissima
    Marco

    Mi piace

  16. caterinapin ha detto:

    Certo che se vedevi il topone che mi sgusciato da sotto l’auto una notte in un’area di servizio nei pressi di Napoli, forse non parleresti così…
    Momento mi viene un infarto! Era grande come un cocker!!!
    I topolini di campagna mi piacciono tanto, sono carini quelli da fogna un pochino meno. Però non urlo e non salto sulle sedie…
    Bacio
    Cate 😉

    Mi piace

  17. flalia ha detto:

    CaV: sì, infatti, anche secondo me era così. E’ un po’ la mania che abbiamo oggi di “attualizzare” tutto…

    Masso: perché? Adesso me la vado a rileggere!

    Marcello: meno male! Sai, non sono il tipo “perfettino” 😉

    Massimo: davvero? Invece io ho una tale avversione per il cucinare che non ho voglia di andare a vedere la storia di un cuoco (benché topo)… 😉

    Marco: un abbraccio a te. grazie!

    Cate: ehm… che schifo!! E che paura! No, il mio era u topolino piccolo piccolo, di campagna, non di fogna!

    Mi piace

  18. utente anonimo ha detto:

    Buona domenica. 🙂
    Jedredd

    Mi piace

  19. flalia ha detto:

    Buona domenica, Jedredd 🙂

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...