Il Principe Azzurro!

Cari amici e amiche, oggi all’improvviso mi è venuto un dubbio. Adesso ve lo sottopongo.

Ripensavo a una noiosa discussione di qualche sera fa con alcune amiche: la mortifera e ciclica disputa sul Principe Azzurro.
[Del tipo: fin da piccole ci hanno illuso con ‘sta storia del Principe azzurro e poi, una volta cresciute, scopriamo che non esiste! Perché illudere così delle povere bambine?; oppure, con venatura femminista: Ah! Questo inganno, retaggio di una cultura maschilista! Ma chi lo vuole il Principe azzurro? Se me lo trovassi davanti lo strozzerei! Si sta meglio senza! (salvo poi farsi infinocchiare da ogni millantatore di passaggio…); cose così, insomma].
Discussioni (più o meno lamentose, più o meno agguerrite) di questo tipo saranno capitate un po’ a tutte.

Ma – chiedo io – gli uomini? Loro ci credono al Principe Azzurro? Cioè: da piccoli, mentre molte di noi sognavano questo benedetto principe che un giorno ci avrebbe salvate (da cosa non l’ho mai ben capito) e adorate, vi immedesimavate in quel ruolo? Vi sentivate dei futuri principi azzurri mentre molte di noi si apprestavano a essere “principesse” felici? O non ve n’è mai importato niente (come ho qualche motivo di sospettare)? Perché qua bisogna essere in due a crederci.

Io personalmente affermo che nel Principe Azzurro (benché un po’ rivisitato e corretto) ci credo e ci crederò serenamente fino alla morte; dovessi pure restare zitella per tutta la vita questa fiducia in me non verrà mai meno. Se non ci saremo incontrati vorrà semplicemente dire che camminavamo per sentieri diversi e che il drago o chi per lui ci ha beffati.

E voi, maschi e femmine, ci avete creduto? Ci credete?

Annunci

52 commenti on “Il Principe Azzurro!”

  1. silvestre ha detto:

    da uomo non posso che dirti che un pò a tutti noi, credo, sia piaciuta l’idea di essere il principe azzurro per qualcuna tuttavia credo che nessuno nella sostanza lo sia. Il motivo però non dipende più da noi ma da voi donne.Il principe azzurro è uno che esiste per proteggere una donna, farla sentire importante e amata. Uno a cui piace insegnare e far stare bene la donna. Al giorno d’oggi la donna è forte. Non a bisogno di un che la protegga, le insegni qualcosa o simili azni spesso un uomo così viene spesso scartato per la trista cosa che alcune amano ll classico mascalzone che l’uomo serio. L’inesistenza del principe azzurro è il risultato della parità uomo donne che purtroppo non è ancora raggiunta ma che comunque rispetto al passato ha fatto passi da gigante.

    Mi piace

  2. smaltorosso ha detto:

    io si, ci credo. Chi sono per non crederci?

    Mi piace

  3. PaoloFerrucci ha detto:

    Io ho sempre pensato di essere un principe azzurro, fin da bambino. E ancora ci credo!
    :)***

    Mi piace

  4. babilonia61 ha detto:

    Beh! Devo dire che, incuriosito dal tuo commento lasciato su LauraetLory, sono venuto a sbirciare il tuo blog.
    Ho trovato una persona culta, simpatica, cordiale, una persona sensibile: dalla scrittura spesso si risale ai sentimenti, al carattere dell’autore.
    Complimenti.

    Felicità

    Rino, curiosando

    Mi piace

  5. diegodandrea ha detto:

    Mannaggia… io è da quando sono piccolo che oramai sono Zorro… 😉
    A parte ciò, presumibilmente, sarei un pessimo principe…
    Ma ciò non toglie che so tenere stretta, e con passione, la donna con cui sparisco a cavallo, al tramonto, dietro l’orizzonte
    Ciao D

    Mi piace

  6. cappelliavolute ha detto:

    Ma che domande! Certo che ci credo! E nella mia vita ne ho anche visti diversi! Forse non il mio, ma di sicuro ho visto splendide principesse che hanno vissuto felici e contente con i loro principi. E io…beh, io ho capito esattamente come sarà il mio! Se non sarà quello che ho in mente adesso, dovrà essere qualcuno dotato di caratteristiche analoghe…perchè credo che esista un principe azzurro lievemente diverso per ognuna di noi: ci vuole poco per credere di averlo trovato, mentre magari è quello di un’altra… bella rogna, allora! =)
    Ma io, eterna principessa nella torre, eternamente fiduciosa che presto il principe arriverà, continuo ad aspettare! =)

    Mi piace

  7. Decano ha detto:

    …un’amica amante musa…uhm…bello (sospiro):)

    Mi piace

  8. silvii ha detto:

    Io l’ho trovato il mio! Se non lo è nel fisico, visto che trattasi di essere umano maschile molto normale, lo è però nell’animo!
    E’ un uomo con un cuore grandissimo. I difetti li abbiamo tutti e come lui sopporta i miei(e sono tanti) io sopporto i suoi. Ma non lo cambierei con nessuno…
    Silvia

    Mi piace

  9. flalia ha detto:

    Ciao, Silvestre: riguardo a ciò che dici: non mi pare di vedere in giro tanti uomini così desiderosi di “proteggere” e prendersi cura di un’altra persona (ho detto che non ne vedo tanti, non che non ci siano; inoltre magari sono tutti così e sono io che non me ne accorgo); poi, soprattutto: una donna non è mica un’handicappata, no? Si può essere principi azzurri essendo gentili, dolci e premurosi, per es.; responsabili, fedeli, sensibili, intelligenti. Magari un principe azzurro è uno a cui piace tantissimo parlare con la sua compagna e ascoltarla con interesse, entusiasmarsi per le sue attività lavorative accettando magari qualche defaillance casalinga… e che accetta di poter anche imparare e non solo, com’è peraltro giusto, insegnare… Che ne dici? 😉

    Smaltorosso: benvenuta 🙂 Bene, vedo che non sono sola! 😉

    Paolo: be’, grazie per l’immagine “sdrammatizzante”! In quanto a te, non stento a credere che tu possa essere un principe azzurro, data la tua galanteria come commentatore :-)*

    Ciao, Rino: grazie, benvenuto 🙂 A giudicare dal commento che hai lasciato a Lory sei anche tu un principe azzurro che ha anche già trovato la sua principessa 🙂

    Diego: eh… quell’ultima immagine così romantica è proprio da principe azzurro… Però ho l’impressione che tu sia un principe azzurro un po’ dongiovanni… sbaglio? ;-D

    CaV: le nostre similitudini proseguono! Non solo perché siamo entrambe nelle nostre torri (be’, libere di scendere e dare un’occhiatina intorno, magari!) ma anche sulla diversità dei principi (a ognuna il suo!)… 🙂

    Caro Decano: vorresti con questi sospiri fare intendere la tua principitudine intrinseca? ;-D Tu sei un principe delle parole, almeno questo posso dirlo! Un bacio :-*

    Silvia: infatti il principe azzurro non è l’uomo perfetto (che non esiste e se anche esistesse sarebbe forse noioso) ma quello giusto per ognuna di noi. E soprattutto che sia buono, questo sì. Io ormai è l’unica cosa che guardo in un uomo: che abbia un cuore buono. Sono felice per te! Anche perché hai qualcuno con cui condividere le pene di genitrice! 🙂

    Mi piace

  10. edi ha detto:

    il tempo e la certezza di avere incontrato sulla strada un Principe Azzurro (solo acido, signoramia) che mi ha scaraventata giù dalla torre non appena possibile…

    … mi portano a capire che posso ben accontentarmi di un principe celestino.

    ma sempre un Principe.

    Mi piace

  11. latendarossa ha detto:

    Non ci ho mai creduto perché non sono biondo, non ho gli occhi azzurri, manco belloccio, non ho un destriero bianco se sono figlio di un re, non vesto di azzurro…ma un ‘principe azzurro’ è un idealtipo, qualcosa che non esiste in natura ma direi una specie di ‘fidanzato automatico’ come direbbe James… 🙂

    Mi piace

  12. flalia ha detto:

    Edi: ecco, mi mancava la tua ironia! Son d’accordo, va bene anche un po’ stinto purché sia Principe!

    Marcello: sì, è un idealtipo, è un’immagine dell’amore, della possibilità di un amore felice che ti protegge dal buio della vita. Quindi credere nel principe azzurro significa credere nell’amore puro e identificarsi in un principe azzurro significa forse credere nella necessità di saper amare e proteggere. Sentimenti nobili, insomma. Tutte cose un po’ desuete, almeno in apparenza, e ripeto in apparenza! Ecco la mia visione un po’ romantica 🙂

    Mi piace

  13. melchisedec ha detto:

    in due, in due a crederci… e allora principi e principesse a iosa!

    Mi piace

  14. diegodandrea ha detto:

    Io Don Giovanni? Macché, tutto fumo!! 😉

    Mi piace

  15. cappelliavolute ha detto:

    In realtà il colore è irrilevante… noi non facciamo mica discriminazioni! Potrebbe essere anche lilla! Purchè sia il “nostro” principe! =D

    Mi piace

  16. lauraetlory ha detto:

    Secondo mne il punto sta proprio qui: noi aspettiamo tutta la vita il “principe azzurro” e loro, i futuri principi, ignari di tali aspettative, si comportano molto più spesso da “rospo”! Scherzo! Alla fine credo che quello che hai a detto Silvia sia la cosa più giusta. Finchè i sentimenti restano intatti, finchè c’è il rispetto reciproco, la dedizione, l’uomo che ci sta accanto è il nostro principe azzurro e guai a chi si permette di asserire il contrario. In quel caso, la strega di Biancaneve, diventa una donnetta isterica al nostro confronto.
    Un saluto a tutti i principi azzurri…
    Lory

    Mi piace

  17. Higurashi ha detto:

    Non mi ha mai suscitato simpatia il principe azzurro (nè durante l’infanzia, nè tantomeno adesso)perchè si presuppone l’esistenza di una principessa che, al contrario del brillante e coraggioso principe, ha l’unico scopo di farsi raccogliere come un pacco postale dal suddetto cavaliere.

    Mi piace

  18. commediorafo ha detto:

    Io mi accontenterei di essere un conte o un marchese, e di qualunque colore. Mi basterebbe solo essere apprezzato per ciò che sono. Ma a volte rosico nel vedere servi della gleba osannati come dei principi…
    Massimo

    Mi piace

  19. biancac ha detto:

    credo che abbiano esaurito mantelli e cavalli, e di principi ne di principesse in giro ce ne sono pochetti…
    credo che ci siano tante persone che si cercano e non si incontrano mai perchè si accontentano di quello che trovano lungo la strada…

    Comunque, mi hai fatto una domanda, e ti rispondo: sì.

    Mi piace

  20. lauraetlory ha detto:

    Io lo sto ancora cercando… ma non c’e’, ragazze. Non c’e’ perche’ non vuole esserci. Scomodo il ruolo di principe azzurro, vuoi mettere tra un duello con draghi quotidiani e una bella partitas alla play-station?
    Laura, con molto disincanto, poche speranze e tanta tristezza.

    Mi piace

  21. smaltorosso ha detto:

    grazie per aver votato! in questi giorni però mi hanno fatto notare alcune mie omissioni, quindi ho aggiunto qualche coppia alla lista! Se ti va torna per vedere se il tuo voto va bene o se deve essere aggiornato! A presto. C.
    smaltorosso

    Mi piace

  22. flalia ha detto:

    Ciao Mel! Infatti, il “problema” è quell’essere in due a crederci!

    Diego: Mmh… sarà… ;-))

    Sì, infatti, CaV, non andiamo troppo per il sottile che già c’è carenza, se poi stiamo a guardare i colori… ;-D

    Lory: eh eh! Simpatico (o terrificante) il paragone con la stregaccia! Ma hai ragione: solo noi, se mai, possiamo permetterci di criticare il nostro principe! 🙂

    Higurashi: neanch’io mi ritrovo nel ruolo passivo delle principesse, ma penso che al giorno d’oggi si possa essere “principesse” attive ed “emancipate” (per usare questa parola bruttina) credendo (e trovando) contemporaneamente nel principe azzurro!

    Massimo: hai ragione, oggi c’è molta confusione con i “titoli nobiliari”… ma gli uomini di valore alla fine saranno apprezzati per quello che sono!

    Bianca: chissà perché, credevo avresti risposto “no”! Interessante la teoria del non incontrarsi perché ci si accontenta prima… il problema in questi casi è: è giusto a un certo punto “accontentarsi”? E se è giusto, quando? E poi, cosa significa accontentarsi? …

    Laura: ecco, infatti la mia domanda si riferiva proprio a quel che noti tu con un disincanto molto realistico in verità: quanti uomini hanno veramente voglia di amare in quel modo? Secondo me pochi (in proporzione alla totalità degli uomini, che sono comunque qualche miliardo su questa Terra…).

    Mi piace

  23. flalia ha detto:

    Smaltorosso: ciao! Ok, verrò a vedere, tra l’altro siamo anche in tema! 🙂

    Mi piace

  24. 403 ha detto:

    io lo sono stato per tanti anni, quindi devo rispondere sì per forza 🙂

    potrà anche non ricapitarmi, non cerco per forza quello e penso che non sia l’unico modo per stare assieme e per essere felici

    comunque essere principe azzurro è stato molto molto bello

    http://youtube.com/watch?v=oXW7Jz0rn5I

    Mi piace

  25. Ellee ha detto:

    Proprio interessante questa domanda, sai che me lo chiedevo pure io? 🙂
    Beh.. per quanto mi riguarda sono una inguaribile romantica, quindi.. w il Principe Azzurro! 😉

    Mi piace

  26. flalia ha detto:

    Ciao 403! Grazie del filmato: ecco un esempio di Biancaneve contemporanea che tuttavia attende il suo principe! 😉
    Vedo che sia io sia chi mi ha commentato siamo tutti piuttosto romantici!

    Ellee: che sei romantica lo si capisce bene leggendo il tuo blog! Non dubitavo di questa tua risposta! 🙂

    Mi piace

  27. melpunk66 ha detto:

    io non mi sono mai identificato con il principe azzurro. preferivo rimanere non identificato. poi non mi identificavo in nessuno, ma impazzivo letteralmente per sandokan. però la perla di labuan mi piaceva già allora

    Mi piace

  28. MariaStrofa ha detto:

    Io ho sempre creduto nel Mago Zurlì.

    Mi piace

  29. cappelliavolute ha detto:

    Infatti, Massimo… noi siamo “donne angelo”: quello che conta è la nobiltà del cuor gentile, chissenefrega delle patenti nobiliari! =D

    Mi piace

  30. Oscaruzzo ha detto:

    Ma guarda, io credo che siano le interazioni fra soggetti, quelle che contano. Uno puo` essere sgradevolissimo in certi contesti e favoloso in altri. Come dire: nessuno e` “il principe azzuro” di per se`; lo si diventa quando ci si ritrova immersi in una favola. 🙂

    Mi piace

  31. utente anonimo ha detto:

    Il mio commento puoi trovarlo nel mio post “Principi e principesse”, occupava troppo spazio, non potevo lasciarlo nel tuo blog, poi mi piaceva tanto per il mio. ;-):-)
    Jedredd

    Mi piace

  32. flalia ha detto:

    Melpunk: be’, possiamo interpretare Sandokan e affini come varianti etniche del principe azzurro… 😉

    Maria: mago Zurlì non vale! E poi che razza di modello è!? ;-D

    CaV: ben detto, CaV! (vedo che non difettiamo di autostima noi due!) 😉

    Oscaruzzo: wow, che chiusa romantica! Però è vero, il principe azzurro è un concetto relativo e relazionale… Bene: c’è speranza per tutti (e tutte)! 🙂

    Jedredd: ciao, benvenuto! Felice di averti “ispirato” un post! Ti ho risposto lì, ciao 🙂

    Mi piace

  33. ondalungablu ha detto:

    noi credevamo…io almeno, da adolescente, nella donna angelicata, quella ch’ogne lingua deven tremando muta, e gli occhi no l’ ardiscon di guardare… e così mi succedeva quando molto mi piaceva una ragazza…, però ardivo di guardarla! E che belli quegli sguardi! Indimenticabili! Ma è un modello maschile ridicolo no? noto che gli adolescenti ora mirano a ben altro da subito (senso pratico?),-)) Noi forse non ci sentiamo proprio principi azzurri ch’è troppo impegnativo e grande investimento. Vorremo forse che la donna di cui siamo innamorati ci facesse sentire come il suo principe azzurro…l’innamoramento è anche un venirsi incontro, accettarsi, comprendersi umanamente e allora si può essere Princi pi azzurri ecc…non pensiate che ci sia sempre questo mascalzone pronto ad approfittare della pulzella indifesa…ci sono uomini che apprezzano le donne e le desiderano con rispetto…e che poi non sono così spavaldi…come danno a vedere

    Mi piace

  34. utente anonimo ha detto:

    Grazie per il benvenuto e per la risposta data. A presto
    Jedredd

    Mi piace

  35. cappelliavolute ha detto:

    Beh, noi siamo nate in quel tempo in cui si credeva ancora al principe azzurro… credo che adesso le cose siano un po’ diverse: la mia cuginetta di 12 anni a volte quasi mi spaventa per i discorsi che fa… però credo che anche queste nuove generazioni abbiano un’idea dell’uomo ideale..magari è su una Porshe invece che sul cavallo bianco, magari ha le borchie e la cresta verde piuttosto che il cappello piumato, ma il concetto non cambia…. uhm…o sì?! =S

    Mi piace

  36. 403 ha detto:

    grrrr… quanto m’innervosiscono i finti-commenti finti-trackback che s’è inventata splinder… io penso che il trackback dovrebbe essere volontario, vabbe’…

    ciao a tutti…

    Mi piace

  37. 403 ha detto:

    che cosa buffa, avendo questo blog l’ora settata male tutti i commenti che verranno lasciati entro un’ora risulteranno lasciati prima del mio finto-commento finto-trackback… (che risulta essere stato lasciato un’ora nel futuro secondo il fuso orario di qui 🙂

    splinder delle meraviglie…

    ri-ciao

    Mi piace

  38. 403 ha detto:

    un giorno il mio principe arriverà[..] Io amo le canzoni dei film della Disney, Someday My Prince Will Come però, tratta da Biancaneve, però non è certo la mia preferita. Né il testo né la musica.L’altro giorno però, ne ho cercato su Youtube una qualche versione per inserirla in un mio comm [..]

    Mi piace

  39. flalia ha detto:

    Ciao Ondalungablu: hai ragione! Ma penso che ormai nessuna creda più nell’immagine dell’uomo che approfitta della pulzella indifesa… perché non esistono più pulzelle indifese! 😉

    Jedredd: grazie a te e a presto! 🙂

    CaV: 🙂 E’ vero, almeno spero che sotto sotto un po’ di romanticismo rimanga!

    403: Ih ih… non prendertela, a me diverte questo fatto dell’ora sbagliata, tanto siamo in un mondo virtuale, cosa ce ne importa? Ho seguito il tuo link: fantastica rassegna delle diverse versioni di “One day my prince will come”… 🙂

    Mi piace

  40. flalia ha detto:

    403: P.S.: comunque ho sistemato l’ora…

    Mi piace

  41. 403 ha detto:

    comunque ho sistemato l’ora…

    ma, se ti divertiva, perché l’hai sistemata?

    🙂

    Mi piace

  42. ondalungablu ha detto:

    non ho dubbi!….;-)))

    Mi piace

  43. OzzyRotten ha detto:

    Principe Azzurro?

    Meglio essere Darth Vader…

    Benediko

    Mi piace

  44. flalia ha detto:

    403: per non essere la solita “diversa”. 🙂

    Ondalunga: 🙂

    Ozzy: che modello “impegnativo” (e mooolto alternativo), ma se ti ci trovi bene… 🙂

    Mi piace

  45. Alicesue ha detto:

    ci credo si! L’ho incontrato! Anche se non era vestito da mago zurlì…

    Mi piace

  46. flalia ha detto:

    Alicesue: ecco, che non fosse vestito da Mago Zurlì mi sembra già una buona cosa… Beata te che l’hai già trovato! Allora c’è speranza! 😉

    Mi piace

  47. flalia ha detto:

    caspiterina quanti commenti! il tema coinvolge. e io mi ricordo che da anni ho in libreria un libro di Jean-Paul Kauffman sul Principe azzurro dove sostiene che le donne (francesi nel caso) lo sognano ancora, ma lo devo ancora leggere e mi sento frustrata…
    cos’é il principe azzurro? se è l’homme tout-puissant poveri noi tutti, mi sa di una figura di padre-protettore che ti gestisce come un oggetto. se è visto come archetipo di una persona che ti “risveglia”, permettendoti di espandere tutte le potenzialità perché no? ma allora vale per entrambi i sessi. certo, siamo chiamati nell’età adulta a non cercare più padri o madri, a saperci proteggere in gran parte da soli, e questo è tremendamente difficile.

    Mi piace

  48. Mariadiavola ha detto:

    Ciao Barbara, benvenuta! (Ci incrociamo da Decano, vero?) Eh sì, a giudicare dal numero di commenti, l’argomento non lascia indifferenti! Il principe azzurro non mi pare il padre-padrone (solo il primo commentatore lo ha interpretato in modo simile), lo vedo più come una figura leggera, legata alla possibilità di essere felici trovando l’anima (e il corpo…) a noi affine. Riguardo al fatto di proteggerci da soli, sì, è così ma io non sono d’accordo con questo mito dell’indipendenza e dell’autonomia dei singoli che ci siamo costruiti. Lo trovo anche una gran fregatura per certi versi… non mi stupisco poi che ci siano così pochi uomini incapaci di sentirsi responsabili o di avere cura di un’altra persona (le donne le vedo un po’ meglio, da questo punto di vista). (protezione e cura per me devono essere reciproche, ovviamente)

    Mi piace

  49. flalia ha detto:

    sai forse ho un pò svalutato il concetto di princifesso azzurro: quando zonzeggio con splendora alla vista di un ragazzo carino ci parte un
    -QUELLO è L’UOMO DELLA MIA VITA! *__*

    Mi piace

  50. utente anonimo ha detto:

    Ah ah! Mariadiavola, grazie! In una giornata un po’ triste mi hai strappato una risata. La sola parola “princifesso” e le immagini che le associo mi fanno morire dal ridere! 😀

    Mi piace

  51. flalia ha detto:

    C’è, eisiste il principe azzurro. E’ un gran romanticone, timido, della cui esistenza non vi siete neppure accorte… Un saluto 😉

    Dorian (uno dei tanti principini azzurri)

    Mi piace

  52. Anonimo ha detto:

    Ciao Dorian, benvenuto! Eh, lo so, spesso le persone migliori sono “nascoste”, ma confido nel fatto che vengano riconosciute dalla persona giusta, quando la incontreranno!

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...