UGO CORNIA

[Sì, lo scrivo tutto maiuscolo, perché Ugo Cornia è uno scrittore che merita di essere letto; e lo dico per voi, non per lui (ché magari non gliene importa neanche più di tanto, di essere più conosciuto)]

Dunque, negli ultimi tempi ho notato con piacere che Paolo Nori è diventato piuttosto noto e apprezzato anche presso il cosiddetto Grande Pubblico. Perché lo stesso destino non dovrebbe toccare a Ugo Cornia, che tra l’altro è pure suo amico?

Ugo Cornia ha scritto finora tre opere narrative: Sulla felicità a oltranza, Quasi amore e Roma, tutte edite da Sellerio.

Ecco, secondo me questi tre piccoli libri sono ognuno una piccola porta verso una dimensione felice, fatta di leggerezza calviniana, di umorismo, di vitalismo e gioia di vivere (una gioia sensuale, naturale), anche quando il protagonista vive eventi tragici, come la morte delle persone che ama. Tutta la poetica di Cornia è una poetica dello stupore, dell’ammirazione; è difficile non essere toccati da questa voce narrante in cui risuona insieme la saggezza popolare, un atteggiamento schiettamente epicureo (nel senso storico-filosofico del termine, non in quello volgarizzato), e lo sguardo curioso e sempre nuovo di ogni essere umano che comincia a calpestare questa terra come fosse ogni volta il primo.

Il protagonista dei suoi libri, la voce che narra in prima persona si potrebbe dire “in presa diretta”, ricorda l’eterno Gianni delle fiabe (o il Giufà, il Neftali), cioè il tipico giovane di belle speranze che va nel mondo senza paura. E così il narratore di Cornia è uno che raccoglie a piene mani, e con lo stesso atteggiamento sorpreso e fiducioso, tutto quello che gli capita di bello e brutto nella vita e lo fa vivere con la sua parola. Ognuno di noi può identificarsi in questo narratore un po’ filosofo e un po’ scavezzacollo.

La scrittura di Cornia è fluida, morbida e luminosa; non è il linguaggio parlato e “sgrammaticato” di Nori, è il linguaggio libero del nostro pensare, con le sue divagazioni e il suo essere globale, onnicomprensivo. Lui con la sua scrittura dà vita ed eguale dignità a ogni cosa, che si tratti di una persona, un cane o un fiume. Sa essere umoristico e comico senza essere cinico o sarcastico. Ha poi quella particolare capacità di saper descrivere l’attimo (quel guizzo di gioia che nasce dal nulla, ti illumina un istante e già è sparita, per esempio).

Quando sono triste mi mette di buon umore, quando sono felice mi fa pensare.

Comunque, qui  potete trovare un’interessante intervista a Ugo Cornia, mentre qui trovate un breve video in cui lui legge un brano dal suo romanzo Quasi amore e si presenta.

Non sono brava a scrivere recensioni e forse non ho incuriosito nessuno, ma se vi capita, fatevi un favore: leggetelo!

Annunci

20 commenti on “UGO CORNIA”

  1. commediorafo ha detto:

    Ovviamente lo leggerò!
    Massimo

    Mi piace

  2. commediorafo ha detto:

    Ovviamente lo leggerò!
    Massimo

    Mi piace

  3. flalia ha detto:

    Davvero? Allora, se hai intenzione di leggerlo, ti consiglio in particolare “Sulla felicità a oltranza”.

    Mi piace

  4. utente anonimo ha detto:

    grazie. io amo cornia 🙂

    Mi piace

  5. flalia ha detto:

    Grazie per avermi lasciato il messaggio! Non mi capita frequentemente di incontrare qualche lettore di Cornia! 🙂

    Mi piace

  6. flalia ha detto:

    Grazie per avermi lasciato il messaggio! Non mi capita frequentemente di incontrare qualche lettore di Cornia! 🙂

    Mi piace

  7. utente anonimo ha detto:

    credevo di essere la presidentessa del cornia fans club ma vedo che ci sono parecchi ex-aequo…chissà se ugo sa che la sua testa e il suo modo di dire quello che ci passa dentro sono così implacabilmente seduttivi..sì, che lo sa.

    Mi piace

  8. flalia ha detto:

    Evviva! un’altra fan di Cornia! Grazie del commento! 🙂

    Mi piace

  9. utente anonimo ha detto:

    Grande!! io vado matto per ugo cornia…del suo “Quasi Amore” ho comprato almeno 15 copie per regalarlo ogni volta…e spesso lo apro a caso per leggere una pagina a caso…hai ragione…descrive l’attimo in maniera unica e vera…te lo fa davvero vivere quell’attimo!…
    Ciao
    Yari

    Mi piace

  10. utente anonimo ha detto:

    Grande!! io vado matto per ugo cornia…del suo “Quasi Amore” ho comprato almeno 15 copie per regalarlo ogni volta…e spesso lo apro a caso per leggere una pagina a caso…hai ragione…descrive l’attimo in maniera unica e vera…te lo fa davvero vivere quell’attimo!…
    Ciao
    Yari

    Mi piace

  11. flalia ha detto:

    Ciao Yari, benvenuto! Un altro fan di Cornia, che emozione! Anch’io ho comprato copie su copie di “Sulla felicità…” e “Quasi amore” per regalarle agli amici! “Quasi amore” è bellissimo, mi piace anche solo rileggerne alcune pagine ogni tanto per entrare in quell’atmosfera… 🙂
    Ciao, e grazie!

    Mi piace

  12. flalia ha detto:

    Ciao Yari, benvenuto! Un altro fan di Cornia, che emozione! Anch’io ho comprato copie su copie di “Sulla felicità…” e “Quasi amore” per regalarle agli amici! “Quasi amore” è bellissimo, mi piace anche solo rileggerne alcune pagine ogni tanto per entrare in quell’atmosfera… 🙂
    Ciao, e grazie!

    Mi piace

  13. utente anonimo ha detto:

    Non so se lo sai, ma è uscito il nuovo libro di Ugo Cornia!! “Le pratiche del disgusto”….lo sto leggendo tutto d’un fiato…
    ciao
    Yari

    Mi piace

  14. utente anonimo ha detto:

    Non so se lo sai, ma è uscito il nuovo libro di Ugo Cornia!! “Le pratiche del disgusto”….lo sto leggendo tutto d’un fiato…
    ciao
    Yari

    Mi piace

  15. flalia ha detto:

    Davveroo? Grazieee!! Non lo sapevo! Domattina mi fiondo a comprarlo! Non so come ringraziarti per avermelo detto! :-))))

    Mi piace

  16. utente anonimo ha detto:

    è bello, il nuovo cornia, ma attenzione, non è un romanzo, è una specie di riflessione sull’amicizia, sull’influenza…

    bello bello, comunque.

    Mi piace

  17. utente anonimo ha detto:

    è bello, il nuovo cornia, ma attenzione, non è un romanzo, è una specie di riflessione sull’amicizia, sull’influenza…

    bello bello, comunque.

    Mi piace

  18. flalia ha detto:

    Eìo: sì, l’ho letto! Un po’ diverso dagli altri tre, infatti, ma comunque molto bello, sempre col suo modo di trarre conclusioni o osservazioni da cose comuni e anche con un po’ di “cattiveria” in più… Grazie, ciao! 🙂

    Mi piace

  19. paola ha detto:

    Io adoro Cornia. L’ hai recensito benissimo. mi ritrovo in tutto quello che hai detto

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...