Feste

Le feste mi imbarazzano.

[Per “feste” non intendo ritrovi tra amici che si conoscono bene, ma quelle situazioni in cui ti trovi in mezzo a una trentina o più di persone di cui ne conosci a malapena due o tre, sapevi benissimo che era meglio declinare l’invito ma per non fare l’asociale hai invece accettato. Così ti ritrovi a fare comunque l’asociale sentendoti molto più a disagio che non se avessi semplicemente avuto il coraggio di rifiutare l’invito].

Dicevo, le feste mi imbarazzano. Non so mai come comportarmi. Parlo con qualche persona che conosco, ma le feste non sono fatte per dialoghi a due o tre persone, così un bel momento mi ritrovo sola. Al centro della stanza, illuminata da un fascio di luce, il vuoto intorno. Non è vero ma è così. Ah, naturalmente con in mano un bicchiere mezzo pieno da cui non bevo e che tengo chissà come distante da me, in posizione innaturale. In più il vestito che ho indosso mi mette a disagio. Sono una persona rigida e conservatrice e ho da quando ero piccola l’idea che a una festa si va col vestito della festa. E il vestito della festa è (sempre nella mia testa) un vestito sobrio ma elegante, da sera insomma. Ma ormai nessuno si veste più elegante (anzi) e tantomeno sobrio. Almeno in questa città, non so altrove. Solo io mi vesto così, e ovviamente, dato che normalmente non mi abbiglio certo in quel modo questo accresce ulteriormente il mio imbarazzo. D’altra parte, anche se so che poi vorrò sprofondare, non posso non vestirmi così quando devo andare a una festa, perché altrimenti mi sentirei ancor più a disagio per il fatto di non essere vestita da festa.

Già normalmente non sono abile con le parole. Quando le persone mi chiedono qualcosa, per quanto banale possa essere la risposta potete stare certi che balbetterò, bofonchierò parole a caso e in modo sgrammaticato. Accade perché l’emozione mi sale al cervello e lo manda in tilt, fuori uso. Se questo succede normalmente, immaginatevi cosa può accadermi se qualche sconosciuto/a mi rivolge la parola a una festa. Occhi bassi, viso in fiamme, contemplo con totale attenzione il pavimento e le mie imbarazzanti scarpe da festa. Balbetto sì, no, cioè. Lo sconosciuto gira i tacchi. Io vorrei sparire.

Se andrò all’inferno, l’inferno sarà una festa. Intima ma con tanti invitati. E io lì, sempre al centro, con un fascio di luce su di me, un bicchiere in mano, e il vestito della festa. 

Annunci

5 commenti on “Feste”

  1. neoscapigliato ha detto:

    Complimenti…sei riuscita a descrivere la mia vita! Personalmente, ho sempre pensato che quello fosse il purgatorio…perchè per quanto infelice…alla fine….andrai a casa…e il giorno dopo ti sveglierai comunque….come se niente fosse. Complimenti!

    Mi piace

  2. commediorafo ha detto:

    Sono così anch’io.
    Bell’issima l’immagine dell’inferno come una festa!
    Massimo

    Mi piace

  3. diegodandrea ha detto:

    “Se andrò all’inferno, l’inferno sarà una festa. Intima ma con tanti invitati. E io lì, sempre al centro, con un fascio di luce su di me, un bicchiere in mano, e il vestito della festa”
    Chiusura strepitosa… non aggiungo altro 😉
    Ciao D
    P.S.
    Occorrerebbe mettere su un buon decalogo delle scuse plausubili per sfuggire al supplizio e guadagnarsi un pò di paradiso!

    Mi piace

  4. flalia ha detto:

    @ Neoscapigliato: grazie per la sfumatura “ottimistica” che hai aggiunto. ;- )
    @ Massimo: anch’io mi riconosco in tanti piccoli episodi che racconti tu (tipo il ciclo del pane, tanto per dirne uno…)
    @Diego: hai ragione per il decalogo… adesso ci penso!

    Mi piace

  5. silvestre ha detto:

    Ho una idea simile alla tua circa il concetto di festa. Ritengo che ci si sente spesso soli perché comunque non si è liberi di fare, dire e comportarsi in modo naturale in una festa dove non si conosce nessuno. Una festa è come un palco dopotutto, ci si maschera. Beh la vita in generale è un palcoscenico dove noi ci comportiamo da bravi attori. Assumiamo una parte, che forse ci sta stretta e non ci rispecchia ma la prendiamo e accettiamo.
    Hai davvero un bel blog che non potevo non mettere in amici. Se vuoi dai un occhio al mio

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...